Corea del Sud: la denuclearizzazione della penisola è vicina

Pubblicato il 19 aprile 2018 alle 18:40 in Asia Corea del Sud

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente della Corea del Sud, Moon Jae-in, durante un incontro con i direttori dei principali mezzi di informazione coreani, svoltosi giovedì 19 aprile, ha espresso il suo ottimismo in merito alla possibilità del raggiungimento della completa denuclearizzazione della penisola.

“Non ritengo che il concetto di denuclearizzazione verrà interpretato in maniera differente dalle due Coree. La Corea del Nord ha espresso il desiderio di raggiungere la completa denuclearizzazione della penisola e chiede in cambio solo rassicurazioni in merito alla sua sicurezza”, ha sottolineato il presidente Moon.

L’obiettivo della denuclearizzazione consiste nella possibilità per le due Coree di porre le basi per il processo di riappacificazione, trasformando l’armistizio siglato alla fine della guerra di Corea nel 1953 in un vero e proprio trattato di pace.

“I summit che sono stati organizzati tra Corea del Nord e Corea del Sud e tra Corea del Nord e Stati Uniti mirano a rendere possibile il confronto diretto tra gli Stati per porre fine alle ostilità e raggiungere la normalizzazione dei rapporti”, ha aggiunto il presidente Moon.

La Corea del Sud ha annunciato anche la sua disponibilità a richiedere aiuti a livello internazionale per sostenere l’economia della Corea del Nord, qualora questa decidesse di impegnarsi formalmente nella strada della denuclearizzazione.

Il discorso tenuto dal presidente Moon segue il commento positivo riportato dal presidente americano, Donald Trump, in merito al futuro summit tra Stati Uniti e Corea del Nord. Il presidente sudcoreano Moon, inoltre, ha ricordato che il successo del dialogo tra le due Coree non può prescindere dal buon esito del dialogo bilaterale tra il presidente Trump e il leader nordcoreano, Kim Jong Un.

“Il summit tra Corea del Nord e Corea del Sud deve servire come trampolino di lancio, come primo passo verso la normalizzazione. Il dialogo continuerà sicuramente se sarà positivo anche l’incontro previsto tra Stati Uniti e Corea del Nord”, ha dichiarato il presidente Moon.

Il 27 aprile è previsto il primo incontro tra i vertici delle due Coree. Il primo passo verso il dialogo diretto tra i due capi di Stato ha avuto l’avvio, giovedì 19 aprile, con lo stabilimento di un collegamento telefonico diretto tra l’ufficio presidenziale sudcoreano e la Commissione Affari Interni nordcoreana, presieduta dal leader Kim Jong Un.

“Non vogliamo ripetere gli errori del passato. Dobbiamo trovare il modo più adeguato per raggiungere i nostri obiettivi in favore della pace e della cooperazione tra Corea del Nord e Corea del Sud. Dobbiamo pensare fuori dagli schemi e proporre soluzioni audaci e creative”, ha rimarcato il presidente sudcoreano Moon.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Alice Barberis

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.