Pentagono: l’ISIS risorge nelle aree del governo siriano

Pubblicato il 18 aprile 2018 alle 12:16 in Siria USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’esercito americano ha assistito alla rinascita dello Stato Islamico in alcune aree della Siria, che si trovano sotto il controllo del governo del presidente Bashar Al-Assad, secondo quanto riferito dal portavoce della coalizione internazionale, a guida americana, che combatte contro lo Stato Islamico in Siria e in Iraq, il colonnello Ryan Dillon.

Martedì 17 aprile, in occasione di un briefing in merito alla situazione della missione americana in Siria e in Iraq, il portavoce della coalizione ha parlato delle aree siriane che si trovano ancora sotto il controllo dello Stato Islamico. In questo contesto, Dillon ha riferito che, in Siria, la presenza dei militanti dell’organizzazione terroristica si concentrerebbe nel territorio orientale del Paese e, in particolare, nel villaggio di Hajin, situato nei pressi della riva orientale del fiume Eufrate, a nord di Albu Kamal, e a Dashisha, che si trova anch’essa sulle rive dell’Eufrate, a ovest della città di Deir Ezzor.

Il colonnello ha altresì annunciato che, nelle ultime settimane, l’ISIS avrebbe intensificato gli attacchi nel territorio a ovest del fiume Eufrate e avrebbe ripreso il controllo di alcune aree a sud di Damasco. In questo contesto, Dillon ha dichiarato: “Nelle aree sotto il controllo del governo siriano, a ovest del fiume Eufrate, stiamo assistendo a una rinascita o, piuttosto, al ritorno di alcuni militanti dell’ISIS, che attaccano con successo le forze governative”.

Durante il briefing, il portavoce della coalizione internazionale ha altresì dichiarato che le forze del governo siriano, sostenute dalla Russia, non sarebbero sempre in grado di mantenere il controllo sui territori sottratti all’ISIS. In questo senso, Dillon ha affermato: “Se osserviamo l’ISIS nelle aree in cui non operiamo, dove non sosteniamo i nostri partner sul territorio, ci sono stati militanti dello Stato Islamico che sono riusciti a tornare e prendere il controllo dell’area. Come ho detto, alcuni quartieri a sud di Damasco”.

Stando a quanto riferito dal colonnello, al momento, in Siria, l’ISIS avrebbe perso il controllo di circa il 98% del territorio che possedeva. In questo contesto, Dillon ha dichiarato: “Sia in Siria sia in Iraq le nostre forze hanno preso il 98% del territorio che possedeva lo Stato Islamico.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Traduzione dall’arabo e dall’inglese e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.