Autobomba colpisce il convoglio del capo di Stato maggiore dell’esercito di Haftar

Pubblicato il 18 aprile 2018 alle 18:09 in Africa Libia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Reuters, un’autobomba avrebbe colpito il convoglio su cui stava viaggiando il capo di Stato maggiore dell’esercito guidato da Khalifa Haftar, Abdel Razek al-Nazouri, mercoledì 18 aprile. Nell’attacco una persona avrebbe perso la vita mentre altre due sarebbero rimaste ferite.

Il capo di Stato maggiore al-Nazouri si stava spostando dalla città di Bengasi in direzione della base militare di al-Marj nel momento in cui il suo convoglio sarebbe stato colpito.

Al-Nazouri è il comandante delle forze militari guidate dal generale Khalifa Haftar, uomo forte del governo di Tobruk. La sera di venerdì 13 aprile l’account Twitter del quotidiano libico The Libya Observer aveva diffuso la notizia della morte del generale, il quale si sarebbe trovato in un ospedale di Parigi a causa di un’emorragia cerebrale. Successivamente, nella prima mattina di sabato 14 aprile, la rivista Lybian Express aveva riportato la notizia di una telefonata dalla durata di dieci minuti, avvenuta tra il generale Haftar e l’inviato speciale in Libia delle Nazioni Unite, Ghassan Salame. Secondo quanto riportato da The Libya Observer, domenica 15 aprile, tuttavia, l’inviato speciale Salame avrebbe chiesto di ritirare la notizia della telefonata con il generale Haftar.

La situazione in Libia è caratterizzata dall’instabilità. A seguito dell’uccisione del colonnello Muammar Gheddafi, alla guida del Paese dal 1969, avvenuta il 21 ottobre 2011, si è inasprita la guerra civile scoppiata il 15 febbraio 2011, e il Paese non ha mai effettuato una transizione democratica. Attualmente, la Libia è divisa sotto due governi. Uno, riconosciuto dalla comunità internazionale, è stato creato dalle Nazioni Unite e si è insediato a Tripoli il 30 marzo 2016. L’altro, invece, il cui uomo forte è il generale Haftar, ha come capitale Tobruk ed è sostenuto da Russia ed Egitto.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Alice Barberis

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.