Balcani: preoccupazione per l’attacco americano in Siria

Pubblicato il 16 aprile 2018 alle 17:01 in Balcani Siria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

A seguito dell’attacco del 14 aprile operato da Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia su sospetti impianti di armi chimiche in Siria, i leader politici di Kosovo, Albania e Romania si sono espressi a favore di quanto accaduto tramite dei messaggi su Twitter. 

In particolare, il primo ministro Ramush Haradinaj e il presidente Hashim Thaci kosovari, hanno riaffermato il supporto del Kosovo agli Stati Uniti e agli alleati Euro-Atlantici nella lotta al regime di Assad.

Anche il ministro degli Esteri albanese Ditmir Bushati ha affermato su Twitter che l’uso di armi chimiche non dovrebbe rimanere impunito, auspicando che il sostegno agli alleati e al presidente Donald Trump sia funzionale “non solo a punire atti barbarici, ma anche alla creazione di maggiore sicurezza e stabilità in tutto il mondo”.

Il presidente della Romania, Klaus Iohannis, ha poi espresso il proprio sostegno, riconfermandosi come uno dei più fedeli alleati NATO e USA in Europa.

In Serbia, tuttavia, gli attacchi guidati dagli Stati Uniti hanno riportato alla memoria collettiva i bombardamenti aerei della NATO sulla Jugoslavia tra marzo e giugno 1999, nel corso della guerra in Kosovo. Il presidente serbo Aleksandar Vucic, parlando all’emittente pubblica RTS, ha espresso preoccupazione, affermando che un piccolo Paese come la Serbia “non dovrebbe interferire nei giochi delle grandi potenze” e ribadendo la politica serba di neutralità militare.

Infine, il governo Bulgaro si è dichiarato concorde all’operato dei suoi alleati della NATO, sottolineando tuttavia che non ci dovrebbe essere un’ulteriore escalation del conflitto. Il ministro degli Esteri bulgaro, Ekaterina Zaharieva, ha parlato dell’operazione come di uno “sciopero unico limitato” finalizzato a punire il governo di Assad per l’uso di armi chimiche, esortando il regime siriano ad astenersi da simili azioni illegali in futuro, nel rispetto del diritto umanitario internazionale.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano in Italia interamente dedicato alla politica internazionale

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.