Siria: Stati Uniti, Francia e Regno Unito propongono bozza di Risoluzione all’ONU

Pubblicato il 15 aprile 2018 alle 11:22 in Siria USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Stati Uniti, Francia e Regno Unito hanno proposto al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite una bozza di Risoluzione per risolvere la situazione in Siria.

Il documento richiede la possibilità di consegna, senza impedimenti, di aiuti umanitari in Siria ed evacuazioni mediche, l’attuazione del cessate-il-fuoco proposto dalla Risoluzione dell’ONU di febbraio, e la richiesta che Damasco sieda al tavolo delle trattative per instaurare un processo di pace guidato dalle Nazioni Unite. Questa proposta mostra la determinazione dei Paesi occidentali nel voler trovare una soluzione diplomatica al conflitto siriano, dopo l’operazione militare avvenuta nelle prime ore di sabato 14 aprile, durante la quale Stati Uniti, Francia e Regno Unito hanno lanciato oltre 100 missili in Siria, colpendo un centro di ricerca scientifica, un magazzino di armi chimiche e un posto di comando, identificato come il luogo principale di produzione di gas sarin.

La bozza di Risoluzione proposta da Stati Uniti, Francia e Regno Unito, se approvata, aprirà altresì una indagine indipendente per quanto riguarda l’attacco chimico avvenuto in Siria nella notte di sabato 7 aprile, così da identificarne i responsabili. In quell’occasione, 49 persone morirono a causa di due offensive perpetrate utilizzando una bomba al cloro e agenti misti. Il regime del presidente siriano, Bashar al-Assad, era stato accusato della responsabilità dell’attacco. Questa ulteriore misura proposta da Washington, Parigi e Londra ordinerà all’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPCW) di consegnare, nel giro di 30 giorni, un rapporto che dimostri o meno che la Siria abbia fatto uso di gas nell’attacco del 7 aprile.

I negoziati per discutere la bozza di Risoluzione proposta congiuntamente da Stati Uniti, Francia e Regno Unito cominceranno lunedì 16 aprile ma, secondo i diplomatici, non è ancora stata definita una data per votare la proposta. I funzionari occidentali hanno dichiarato di essere disponibili a far proseguire i negoziati fino a quando anche la Russia non deciderà di parteciparvi.

Questa nuova proposta diplomatica è stata sviluppata in seguito all’incontro di emergenza del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite convocato dalla Russia sabato 14 aprile. Mosca aveva proposto una Risoluzione per condannare l’aggressione in Siria da parte di Washington, Parigi e Londra, ma i membri dell’organo delle Nazioni Unite avevano respinto la mozione.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Traduzione dall’inglese e redazione a cura di Chiara Romano

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.