Russia – Egitto: ripristinati i voli tra i due Paesi dopo due anni di fermo

Pubblicato il 11 aprile 2018 alle 13:33 in Egitto Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Russia ed Egitto ripristineranno i voli tra i due Paesi, dopo due anni di fermo. Nella serata di mercoledì 11 aprile, un aereo della compagnia di bandiera russa Aeroflot decollerà dall’aeroporto di Sheremetyevo, che si trova a Mosca, e atterrerà al Cairo. Il giorno successivo, giovedì 12 aprile, anche un aereo della compagnia di bandiera egiziana Egyptair ripristinerà i voli che collegano le due capitali.

Si tratta del primo passo verso la riapertura della rotta aerea tra i due Paesi. Successivamente, le due parti dovranno riunirsi per concordare la data in cui verranno ripresi anche i voli che collegano la Russia alle mete turistiche egiziane, secondo quanto dichiarato dall’ambasciatore egiziano in Russia, Ihab Nasr.

I voli tra Russia ed Egitto erano sospesi dal 2015, dopo che, il 31 ottobre 2015, un volo charter russo, che trasportava 224 persone, tra turisti e membri dell’equipaggio, si era schiantato nella penisola del Sinai, poco dopo essere partito da Sharm El-Sheik, in Egitto, causando la morte di tutti i passeggeri. L’attacco era stato rivendicato dallo Stato Islamico. Il mese successivo, il 17 novembre, il Cremlino aveva confermato che si sarebbe trattato di un attacco terroristico e i funzionari russi avevano bloccato i voli diretti tra i due Paesi, per motivi di sicurezza, causando gravi danni all’economia egiziana, che si basa in gran parte sul turismo, gran parte del quale proviene dalla Russia. Secondo i dati riferiti dal quotidiano Al-Monitor, come conseguenza della chiusura della rotta aerea tra Mosca e il Cairo, il numero di turisti in Egitto è diminuito da 14,7 milioni nel 2010 a 5,4 milioni nel 2016, mentre, nel 2017, i turisti stranieri che si sono recati in Egitto sono stati 8,3 milioni. In questo contesto, dunque, i proventi del settore turistico sono calati di due terzi, da 11,6 miliardi di dollari nel 2010 a 3,8 miliardi nel 2016, stando a quanto riferito dalla Banca Centrale egiziana.

Le autorità russe hanno, tuttavia, espresso preoccupazione per la ripresa dei voli tra Mosca e il Cairo. In questo contesto, la scorsa settimana, il capo della Russian Federal Air Navigation Authority, Aleksandr Neradko, aveva dichiarato: “La ripresa dei voli diretti verso l’Egitto, in particolare verso le zone turistiche, è motivo di grande preoccupazione per noi” e aveva aggiunto che 8 esperti russi sarebbero stati mandati all’aeroporto del Cairo per controllare che le misure di sicurezza vengano potenziate per i voli diretti a Mosca.

Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Traduzione dall’arabo e dall’inglese e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.