Mosca: nostre basi in Siria sono sicure

Pubblicato il 11 aprile 2018 alle 15:03 in Russia Siria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

I militari russi di stanza in Siria e le basi russe nel paese mediorientale sono al sicuro e non si prevedono confronti diretti con gli Stati Uniti in previsione di un eventuale attacco USA contro installazioni del governo di Damasco. A renderlo noto è il Comitato di Difesa del Consiglio della Federazione, il senato russo.

“La base aerea di Khmeimim e la base navale di Tartus, così come i militari russi schierati in Siria sono coperti da una solida protezione, dal momento che si prevede che gli Stati Uniti effettuino attacchi aerei in Siria in risposta ad un presunto attacco di armi chimiche nella città di Duma” – ha dichiarato il primo vice presidente del Comitato di Difesa della camera alta, Evgenij Serebrennikov.

Lo scorso sabato 7 aprile sono state diffuse notizie secondo cui le forze governative siriane, alleate di Mosca, avrebbero usato il bombe al cloro in un attacco a Duma, ultima roccaforte ribelle nel Ghouta Orientale, uccidendo fino a 70 persone. Gli Stati Uniti hanno accusato il governo di Damasco di aver violato il bando sulle armi chimiche e hanno affermato che stavano prendendo in considerazione tutte le possibili opzioni in risposta a questo atto.

Washington ha inoltre accusato Mosca, che si era fatta garante del rispetto da parte di Damasco della messa al bando delle armi chimiche.

“Come il Ministero della Difesa ha già sottolineato — ha ribadito Serebrennikov — le basi militari russe a Kmeimim e Tartus sono sotto una solida protezione. Allo stesso tempo, ci aspettiamo che in caso di attacchi degli Stati Uniti, se ci saranno, le vite dei nostri soldati non saranno in pericolo. Penso che gli Stati Uniti lo capiscano e non consentiranno tale eventualità, perché altrimenti la risposta della Russia sarà immediata, come ha detto il capo dello stato maggiore russo”.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.