Giappone: aumenta la pressione sul primo ministro Shinzo Abe

Pubblicato il 11 aprile 2018 alle 19:30 in Asia Giappone

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il primo ministro del Giappone, Shinzo Abe, è stato interrogato da una giuria parlamentare, mercoledì 11 aprile, in merito al suo coinvolgimento diretto nell’istituzione della scuola veterinaria Kake Gakuen, il cui direttore, Kotaro Kake, sarebbe un amico stretto del primo ministro.

Il primo ministro Abe è accusato di aver fornito un canale preferenziale al suo amico Kake per permettergli di aprire la prima scuola veterinaria nella città di Imabari, nella prefettura di Ehime, in una zona economica speciale, esente dalla regolazione nazionale.

Secondo quanto riportato dal governatore della prefettura di Ehime, Tokihiro Nakamura, un ex assistente del primo ministro Abe avrebbe riportato alle autorità locali, il 2 aprile 2015, il piano di Kotaro Kake di aprire una nuova scuola veterinaria come una questione di rilevanza ministeriale.

Il primo ministro Abe ha negato qualsiasi coinvolgimento diretto. “Non ho mai indicato ai funzionari della prefettura di Ehime di concedere un trattamento preferenziale al mio amico, Kotaro Kake. Io e lui ci siamo incontrati una volta a pranzo e, in quell’occasione, mi aveva informato di essere in procinto di intraprendere una nuova sfida. Tuttavia, non abbiamo mai discusso i dettagli”, ha affermato il primo ministro Abe.

Lo scandalo della scuola veterinaria, emerso lo scorso anno, non è l’unica preoccupazione del primo ministro Abe poiché è stato accusato, assieme alla moglie di Akie, di essere intervenuto anche nella vendita di un terreno per l’operatore scolastico Moritomo Gakuen.

Di fronte all’emersione di questi gravi possibili favoritismi del primo ministro giapponese, sono aumentate le richieste, specialmente da parte dei partiti di opposizione, delle sue dimissioni. La situazione è particolarmente tesa per il primo ministro Abe, il quale non soltanto non sembra aver intenzione di rinunciare al suo ruolo istituzionale ma pare addirittura intenzionato a ricandidarsi alla guida del Liberal Democratic Party.

Nel settembre 2018 si terranno le elezioni per la nomina del leader del partito e, qualora il primo ministro Abe dovesse vincere, potrebbe diventare il premier ad aver servito per più tempo il suo Paese nella storia del Giappone.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Alice Barberis

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.