Germania: furgone sulla folla, 3 i morti

Pubblicato il 7 aprile 2018 alle 17:39 in Europa Germania

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Nel pomeriggio di sabato 7 aprile, un furgone ha travolto i pedoni nella città tedesca di Münster.

Secondo i primi bilanci, circa 20 persone sono state ferite e almeno 3 sono i morti dell’incidente avvenuto nel centro storico della città, uno dei quali è l’aggressore stesso. Il furgone si sarebbe scagliato contro i tavoli all’aperto del ristorante Grosser Kiepenkerl, travolgendo i clienti seduti. 

Secondo Reuters, l’attentatore è Jens R., un 48enne tedesco. La rete televisiva ZDF ha dichiarato che la polizia ha perquisito l’appartamento dell’uomo, scoprendo che Jens ha avuto contatti con i militanti dell’estrema destra. Tuttavia, le forze dell’ordine hanno altresì dichiarato che non ci sono prove che Jens sia egli stesso un estremista. Inoltre, secondo le fonti, l’attentatore soffrirebbe di problemi psicologici. Il Ministero degli Interni non ha né confermato, né respinto queste informazioni.

Il giornale Bild ha spiegato che la polizia tedesca sta indagando per accertare la possibilità della presenza di altre 2 persone sospettate di essere coinvolte nell’attacco, dopo che alcuni testimoni hanno dichiarato di aver visto 2 persone saltar fuori dal furgone.

Un avvenimento simile in Germania si era verificato il 19 dicembre 2016 per mano del terrorista tunisino Anis Amri che, a bordo di un camion, aveva falciato la folla ai mercatini di Natale a Berlino, uccidendo 12 persone e ferendone 48. Dopo essere riuscito a fuggire, l’uomo era stato ucciso presso il comune italiano di Sesto San Giovanni, nei pressi di Milano, il 23 dicembre.

La Germania è uno dei Paesi europei ad aver prodotto il maggior numero di foreign fighters che, dal 2012, sono stati circa 880. Al fine di limitare la minaccia terroristica all’interno del proprio territorio nazionale, gli agenti tedeschi hanno condotto indagini approfondite sui cittadini che sono rientrati in patria dal Medio Oriente.

La legislazione tedesca in materia di terrorismo prevede la condanna per gli individui affiliati a organizzazioni terroristiche locali o straniere. Il codice penale, in particolare, proibisce una serie di azioni legate al terrorismo, tra cui il tentativo di raggiungere un Paese estero per unirsi a un’organizzazione estremista, l’acquisto di armi con l’intento di commettere attentati e il finanziamento dei gruppi terroristici.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti inglesi e redazione a cura di Chiara Romano

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.