Siria: ripresi i bombardamenti nel Ghouta

Pubblicato il 6 aprile 2018 alle 18:24 in Medio Oriente Siria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Gli aerei del governo siriano hanno bombardato la città di Douma, situata nel Ghouta orientale, venerdì 6 aprile, per la prima volta dopo 10 giorni di tregua, in seguito al fallimento dei negoziati tra il gruppo di ribelli Jaish Al-Islam e le forze governative.

La notizia, annunciata dalla televisione di stato siriana, è stata confermata dall’Osservatorio siriano per i diritti umani, il quale ha riferito che decine di raid, condotti probabilmente dalla Russia, alleata del presidente siriano, Bashar Al-Assad, avrebbero ucciso 2 persone e ferito altre 25, che si trovavano nella città di Douma.

Stando alle informazioni riportate dalla televisione siriana, Jaish Al-Islam, che non avrebbe ancora commentato la notizia, i bombardamenti sarebbero stati condotti in risposta a un attacco del gruppo, il quale avrebbe colpito un incrocio e un’area residenziale fuori dalla città, provocando la reazione dell’esercito di Al-Assad.

Il giorno precedente alla ripresa delle ostilità, giovedì 5 aprile, le evacuazioni del gruppo dei ribelli dalla città di Douma erano state sospese. Stando a quanto riferito dall’agenzia di stampa siriana SANA, la causa erano i disaccordi all’interno della fazione dell’opposizione, tra coloro che desideravano abbandonare il territorio e coloro che sostenevano la necessità di rimanere e combattere. Diversa era stata la versione fornita dall’Osservatorio siriano per i diritti umani, secondo il quale il gruppo e la Russia avevano avviato nuove trattative in merito all’accordo sull’evacuazione dalla città.

Il primo patto era stato raggiunto il 2 aprile tra Jaish al-Islam e le forze governative, attraverso la mediazione della Russia. Stando a quanto affermato dall’Osservatorio siriano per i diritti umani, nei giorni scorsi, dalla città di Douma sarebbero stati evacuati soltanto i civili, mentre i combattenti della fazione sarebbero rimasti nel territorio.

Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.