India: offerta di 4 miliardi $ per lo sviluppo di un giacimento di gas in Iran

Pubblicato il 5 aprile 2018 alle 6:10 in Asia India

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Secondo quanto riportato dalla rivista Reuters, mercoledì 4 aprile, il governo dell’India è pronto ad offrire fino a 4 miliardi $ per la realizzazione di un piano di sviluppo di un giacimento di gas, noto come Farzad B, situato nel Golfo Persico, nelle acque territoriali dell’Iran.

I rapporti tra i due Paesi sono diventati tesi nel 2017 a seguito della decisione iraniana di sondare altri possibili investitori per il progetto, tra cui il russo Gazprom. In risposta ai tentativi di Teheran, il governo indiano aveva imposto alle raffinerie di stato di ridurre le importazioni di petrolio provenienti dall’Iran.

Durante un meeting svoltosi a New Delhi nel mese di febbraio, il governo di Teheran ha deciso di ridimensionare la portata del progetto di sviluppo del giacimento e ha sottoposto al governo indiano una nuova proposta. I due Stati hanno cercato di ridurre le divergenze d’opinione in merito ai diritti di sviluppo del progetto fin dalla scoperta del giacimento nel 2008 ad opera della principale compagnia d’investimento di Oil and Natural Gas Corp, l’indiana ONGC VIdesh.

Le compagnie indiane speravano di ottenere i diritti per poter sviluppare l’attività in qualità di Nazione del sud-est asiatico che ha continuato a fare affari con l’Iran nonostante le sanzioni. Tuttavia, nella nuova proposta di febbraio, il governo di Teheran ha confinato le compagnie indiane alla sola produzione di gas e allo sviluppo del giacimento.

Le stime fatte sul giacimento mostrano una capienza di 22 milioni di miliardi di metri cubi di riserve di gas. Le compagnie indiane nel 2017 hanno fatto un’offerta di 11 miliardi $ per coprire lo sviluppo infrastrutturale del progetto. La nuova proposta viene stimata tra i 3 e i 4 miliardi $ e verrà presentata la settimana prossima durante la visita a New Delhi del ministro iraniano Bijian Zanganeh.

Per rafforzare i legami tra i due Stati, il governo di Teheran ha proposto di attuare uno sconto maggiore sulla vendita di petrolio mentre quello indiano ha deciso di aumentare le importazioni di petrolio dall’Iran.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Alice Barberis

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.