Afghanistan: annunciate elezioni parlamentari ad ottobre 2018

Pubblicato il 1 aprile 2018 alle 13:07 in Afghanistan Asia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Domenica 1 aprile, le autorità dell’Afghanistan hanno confermato la possibilità di tenere le elezioni nel Paese quest’anno, nonostante le sfide riguardanti la sicurezza e la logistica.

I cittadini afgani dovrebbero recarsi alle urne per votare per il Parlamento e i comitati distrettuali. Il presidente del Paese, Ashraf Ghani, ha promesso che terrà le elezioni parlamentari prima di quelle presidenziali, previste per l’anno prossimo. Durante una conferenza stampa, il presidente della Commissione Elettiva Indipendente (IEC), Gula Jan Abdul Badi Sayad, ha annunciato ufficialmente la data del voto, ossia il 20 ottobre 2018. La Commissione si è anche detta certa del successo delle elezioni nonostante le difficoltà nelle aree controllate dai talebani. “Le forze di sicurezza afgane ci hanno assicurato che attueranno misure di sicurezza nelle zone non controllate del governo, così da garantire tutto il processo elettivo” ha aggiunto Sayad.

È da 3 anni ormai che l’Afghanistan posticipa le elezioni. Nel 2017 si era deciso di tenerle a luglio, ma alcune dispute politiche e un alterco sulla registrazione degli elettori avevano bloccato i progressi sulla questione. I partner internazionali da lungo tempo fanno pressione sul governo di Kabul e sui gruppi politici per assicurare che le elezioni vengano effettuate. Secondo Reuters, è necessario che vengano presi provvedimenti per la registrazione degli elettori, la maggior parte dei quali non ha documenti di identità, per evitare brogli nel voto. Inizialmente, per evitare questa problematica, si voleva utilizzare un sistema di registrazione biometrica, ma l’idea era stata abbandonata l’anno passato.

Le Nazioni Unite hanno accolto con favore i progressi fatti dalla Commissione Elettiva Indipendente. Tadamichi Yamamoto, il capo della missione d’assistenza delle Nazioni Unite in Afghanistan, ha spiegato che l’annuncio di una data precisa permetterà alle autorità di cominciare a delineare un piano per quanto riguarda il rilascio dei documenti d’identità e la registrazione presso i centri dove i singoli cittadini si recheranno a votare, così da ridurre qualsiasi possibilità di votazioni multiple.

Se le elezioni non dovessero tenersi a ottobre, a causa del clima e della situazione geografica dell’Afghanistan il voto dovrà essere rimandato all’inverno. Ciò implica che il Parlamento e i consigli non verrebbero eletti prima delle elezioni presidenziali. Secondo un funzionario occidentale rimasto anonimo, il tempo stringe e il processo, nonostante tutte le assicurazioni provenienti dalle autorità, potrebbe essere facilmente interrotto.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti inglesi e redazione di Chiara Romano

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.