Unione Europea rinnova il sostegno all’Afghanistan

Pubblicato il 28 marzo 2018 alle 14:32 in Afghanistan Europa

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’Unione Europea continuerà a sostenere l’Afghanistan.

È quanto ha affermato l’Alto Rappresentante dell’UE, Federica Mogherini, a margine della conferenza di pace per il Paese che si è tenuta il 26 e il 27 marzo a Tashkent, in Uzbekistan, dove ha incontrato il presidente afghano, Ashraf Ghani. Si è trattato del primo meeting dal 1999 che ha riunito i leader regionali e i rappresentanti della comunità interazionale per discutere sulla situazione afghana e sulla lotta al terrorismo.

La Mogherini ha lodato i successi ottenuti dal governo afghano nel corso degli ultimi anni, soprattutto in termini di connettività regionale, transito e commercio. L’Alto rappresentante ha altresì rinnovato l’appoggio al processo di pace, affermando che l’UE è pronta a fornire la propria assistenza in qualsiasi momento. Dall’altra parte, Ghani ha ringraziato l’Unione Europea per il sostegno e la cooperazione degli anni precedenti e la Mogherini per aver accompagnato la delegazione europea a Tashkent. Durante i colloqui, i due hanno altresì discusso su diverse questioni, tra cui le future elezioni parlamentari e presidenziali afghane, la lotta al terrorismo, i crimini economici e il supporto alle donne. Ad avviso della Mogherini, i Paesi della regione dell’Asia centrale dovrebbero appoggiare il processo di pace afghano, soprattutto per contrastare la minaccia terroristica. Allo stesso modo, Ghani ha ribadito che è necessario rafforzare i legami regionali al fine di combattere gli estremisti.

L’Unione Europea assiste il Paese asiatico dal 2002, in coordinazione con altri partner internazionali nella crescita economica, nella riduzione della povertà e nel rafforzamento delle istituzioni democratiche. Il 24 luglio 2017, la Mogherini ha posto le basi per una nuova strategia di aiuti per l’Afghanistan, diretti ad affrontare, in modo più efficace, le sfide a cui è sottoposto il Paese, e a portare cambiamenti benefici per la popolazione. La proposta, avanzata dalla Commissione europea, si concentra su 5 aree prioritarie, quali pace, stabilità e sicurezza regionale; democrazia, legge e diritti umani; sviluppo economico e umano; immigrazione e il ruolo della donna. Grazie al suo supporto, oggi, molte donne locali sono impegnate in politica, l’accesso alle cure mediche è migliorato e la produzione agricola è cresciuta. Il 18 febbraio 2017, l’Unione Europea e Kabul hanno firmato l’EU-Afghanistan Cooperation Agreement on Partnership and Development, il quale ha posto le basi legali per un’ulteriore cooperazione tra le istituzioni europee e il Paese asiatico.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.