Delegazione della Corea del Nord lascia Pechino

Pubblicato il 27 marzo 2018 alle 19:35 in Cina Corea del Nord

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Secondo quanto riportato dal quotidiano sudcoreano Chosun Ilbo, una delegazione nordcoreana presieduta dal leader della Corea del Nord, Kim Jong Un, avrebbe lasciato in treno la capitale cinese dopo una giornata di visita presso il presidente cinese, Xi Jinping, martedì 27 marzo.

La notizia è stata confermata anche da altri quotidiani, quali Hanyorek, Bloomberg e South China Morning Post. Tuttavia, il portavoce del ministro degli Affari Esteri sudcoreano, Hua Chunying, ha affermato che “fino ad ora il governo non ha ricevuto conferme ufficiali in merito alla presenza del leader Kim Jong Un all’interno della delegazione che ha lasciato Pechino”.

La visita non confermata sarebbe avvenuta prima degli incontri pianificati dal leader Kim Jong Un con il presidente sudcoreano Moon Jae In e con il presidente americano Donald Trump. Secondo quanto riportato da un funzionario di Seoul, qualora l’incontro tra i vertici della Corea del Nord e della Cina fosse realmente avvenuto potrebbe rappresentare un segnale positivo in vista dei meeting futuri.

“Il presidente cinese Xi ha incontrato in diverse occasioni il presidente americano Trump e sa come trattare con lui. Allo stesso tempo, il presidente Xi ha bisogno di confrontarsi con il leader Kim Jong Un per sapere come intende affrontare i futuri colloqui con i partener americani e sudcoreani”, ha affermato un funzionario della Casa Bianca.

La Cina rimane il principale alleato della Corea del Nord e rappresenta il suo maggior partner commerciale. Il governo cinese non ha ancora confermato la notizia della visita della delegazione nordcoreana. Nel 2000 l’allora leader della Corea del Nord, Kim Jong Il, aveva incontrato l’allora presidente cinese, Jiang Zemin, in occasione di un imminente meeting che si sarebbe tenuto tra le due Coree.

Secondo alcuni commentatori, la storia potrebbe essersi ripetuta con un incontro tra il presidente Xi e il leader Kim. “E’ altamente probabile che la Corea del Nord voglia confermare la sua relazione con la Cina. Qualora il leader Kim Jong Un dovesse confrontarsi con gli Stati Unit con la certezza di avere la Cina come alleata, potrebbe avere maggiori chance di veder garantiti anche i suoi interessi durante l’incontro”, ha sottolineato Yoo Ho-yeol, professore di studi nordcoreani presso la Korea University di Seoul.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Alice Barberis

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.