Afrin: raid turchi uccidono 18 civili

Pubblicato il 16 marzo 2018 alle 17:42 in Siria Turchia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Le forze turche hanno ucciso almeno 18 civili, tra i quali 5 bambini, nel distretto di Afrin, situato nel nord-ovest della Siria, al confine con la Turchia, secondo quanto riferito dall’Osservatorio siriano per i diritti umani e da portavoce delle People’s Protection Units (YPG).

Secondo quanto riferito dall’Osservatorio, “a partire da mezzanotte – ora locale – 18 civili, tra i quali 5 bambini, sono stati uccisi dal fuoco dell’artiglieria turca nella città di Afrin. I combattimenti sono al confine settentrionale della città”.

La città di Afrin è stata completamente circondata dall’esercito turco mercoledì 14 marzo, nel contesto dell’operazione Ramo d’Olivo, la campagna militare che Ankara ha lanciato contro il territorio siriano il 20 gennaio con l’obiettivo di liberare l’area dal terrorismo e creare una zona cuscinetto dell’estensione di 30 km. La Turchia considera le People’s Protection Units (YPG), i soldati curdi che si trovano nel territorio, parte del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK), ritenuto illegale da Ankara. Le forze turche hanno lasciato libero soltanto un accesso alla città, per permettere ai civili di fuggire. Stando ai dati dell’Osservatorio, più di 30.000 civili avrebbero lasciato la città in 24 ore.

Precedente, negli attacchi condotti il 21, il 27 e il 28 gennaio, le forze turche avevano causato la morte di almeno 26 civili, tra i quali 17 bambini. Tra le vittime vi erano anche due famiglie di sfollati. Ankara ha ripetutamente affermato che i suoi raid sarebbero mirati a colpire le People’s Protection Units (YPG) e non i civili, tuttavia, l’Osservatorio siriano per i diritti umani ha riferito che, nei quasi due mesi di scontri, le forze turche avrebbero ucciso almeno 245 civili, tra i quali 41 bambini.

Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.