Trump sostituisce Tillerson con il direttore della CIA, Mike Pompeo

Pubblicato il 13 marzo 2018 alle 14:49 in USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente Donald Trump ha sostituito il segretario di Stato, Rex Tillerson, con Mike Pompeo, attuale direttore della CIA, che verrà guidata dalla vice direttrice Gina Haspel.

La notizia è stata annunciata su Twitter dallo stesso presidente, martedì 13 marzo, il quale ha scritto: “Mike Pompeo, direttore della CIA, diventerà il nostro nuovo segretario di Stato, farà un lavoro fantastico! Grazie a Rex Tillerson per il suo servizio! Gina Haspel diventerà il nuovo direttore della CIA e la prima donna a dirigere l’agenzia. Congratulazione a tutti!”. Secondo quanto riportato dalla CNN, un ufficiale avrebbe rivelato che Trump aveva chiesto a Tillerson di dimettersi venerdì 9 marzo, mentre il segretario si trovava in tour ufficiale in Africa, iniziato il 6 marzo. Questo fatto potrebbe spiegare il rientro anticipato di Tillerson a Washington dall’Africa, annunciato l’11 marzo.

La visita, iniziata il 6 marzo, sarebbe dovuta terminare il 13 marzo, ma l’11 il segretario ha annunciato che sarebbe rientrato un giorno in anticipo “per risolvere urgenti questioni a Washington”. “Il presidente pensava che fosse il momento giusto per una transizione di potere in vista dei colloqui con la Corea del Nord e varie negoziazioni relative al commercio”, ha spiegato un ufficiale in condizioni di anonimato. L’emittente americana ritiene che la scelta di sostituire Tillerson in questo momento non sia stata casuale. Come annunciato dal consigliere per la sicurezza nazionale della Corea del Sud, Chung Eui-yong, nel mese di maggio, Trump dovrebbe incontrare il dittatore di Pyongyang, Kim Jong-un, in quello che sarà il primo meeting tra un presidente americano e un leader della Corea del Nord. Tillerson aveva commentato la notizia riferendo che la decisione di Trump non era una novità, anche se a suo avviso i tempi per il dialogo con Pyongyang non erano ancora maturi.

Trump aveva annunciato che avrebbe nominato Tillerson, allora direttore esecutivo della Exxon Mobil, una delle principali compagnie petrolifere statunitensi, come segretario di Stato il 13 dicembre 2016. La sua carica era stata vista un esperimento da molti fin dall’inizio, dal momento che mai prima di quel momento era stato nominato un segretario di Stato che non avesse alcuna esperienza governativa, politica o militare precedente. Pompeo, invece, era divenuto direttore della CIA il 23 gennaio 2017, a pochi giorni di distanza dall’insediamento di Trump alla Casa Bianca, sostituendo John Brennan.

A fine novembre 2017, era circolata la notizia sui media americani, secondo cui la Casa Bianca stesse valutando se sostituire Tillerson con Pompeo. Il New York Times aveva riportato che il piano per rimpiazzare il segretario di Stato era stato elaborato dal  capo di Stato maggiore, John Kelly, e che sarebbe dovuto essere attuato entro l’inizio del 2018. Le motivazioni della decisione, ad avviso del quotidiano americano, erano presumibilmente legate alle tensioni emerse tra Tillerson e Trump su diverse questioni, tra cui il patto nucleare iraniano, che il presidente aveva de-certificato il 13 ottobre 2017, e la crisi con la Corea del Nord. All’epoca, molti ufficiali avevano riferito che il rimpiazzo di Tillerson con Pompeo avrebbe potuto portare ad un cambiamento netto. Nonostante molti diplomatici siano stati delusi dalle decisioni e dal comportamento dell’attuale segretario di Stato, lo hanno sempre considerato una figura pragmatica. Pompeo, al contrario, adotterebbe posizioni più rigide nei confronti dell’Iran e della Corea del Nord e, secondo alcuni ufficiali, la sua nomina potrebbe portare alla creazione di un messaggio pubblico più consistente circa la politica estera dell’amministrazione Trump.

In seguito all’annuncio di Trump, Pompeo ha emesso un comunicato in cui ha affermato di essere stato onorato di aver lavorato per la CIA, e di essere grato al presidente avergli dato l’opportunità prima di essere direttore dell’agenzia, e poi di ricoprire la carica di segretario di Stato. “La sua leadership ha reso l’America più sicura e non vedo l’ora di rappresentare lui e il popolo americano di fronte al resto del mondo per la futura prosperità del nostro Paese”, ha affermato Pompeo con riferimento a Trump.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.