Sri Lanka: avviata approfondita indagine sugli eventi di Kandy

Pubblicato il 13 marzo 2018 alle 6:10 in Asia Sri Lanka

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il ministro della giustizia dello Sri Lanka, Thalatha Atukorale, ha rassicurato la popolazione della provincia di Kandy, situata nel cuore dell’isola, affermando, lunedì 12 marzo, che verrà avviata un’approfondita indagine sugli episodi di violenza accaduti principalmente nell’arco della settimana passata. Al termine dell’inchiesta, i responsabili degli attacchi nei confronti della minoranza musulmana verranno individuati e severamente puniti.

“Questa gang di Facebook, rappresentante una comunità buddista cingalese, è partita dalla provincia di Kandy e si è espansa in tutto il Paese per veder assecondati con la forza i suoi bisogni egoistici. Da 30 anni lo Sri Lanka soffre a causa dei sentimenti razzisti. E’ tempo di dire basta”, ha affermato il ministro Atukorale durante una cerimonia sportiva nella città di Balangoda.

Mahinda Rajapaksa, ex presidente dello Sri Lanka, tuttavia, dopo aver visitato la provincia colpita dalla violenza razzista, ha fatto notare come, a suo avviso, il governo abbia strumentalizzato gli scontri. “Gli incidenti di Kandy sono stati utilizzati per distogliere l’attenzione della popolazione dalle questioni più importanti che riguardano il Paese”, ha sottolineato l’ex presidente Rajapaksa.

Lo scetticismo dell’ex presidente nei confronti dell’attuale classe politica dell’isola è stato condiviso dal professor Peiris, presidente del fronte politico Sri Lanka Podujana Peramuna ed ex ministro degli Affari Esteri. “L’intero meccanismo governativo è crollato e le azioni del governo hanno finito per mettere in cattiva luce anche le forze di polizia del Paese. L’attuale governo si trova sottoposto ad una grave crisi. La popolazione sta perdendo fiducia nel suo operato”, ha segnalato il professor Peiris.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Alice Barberis

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.