Crisi Etiopia: Kenya continua ad accogliere rifugiati etiopi

Pubblicato il 13 marzo 2018 alle 15:31 in Etiopia Kenya

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Le autorità del Kenya stanno continuando ad accogliere i cittadini etiopi che fuggono dalla zona di Moyale, nella regione di Oromia, al confine tra i due Paesi, dove le forze di sicurezza di Addis Abeba hanno ucciso 9 civili, nel corso del fine settimana passato. Secondo quanto dichiarato dall’esercito, gli individui sarebbero stati colpiti per errore, nel corso di un raid antiterrorismo. La Croce Rossa del Kenya (KRCS) ha reso noto di aver smistato i richiedenti asilo in diversi centri presso Butiye, Somare, Cifa e Sessi. La maggior parte di loro sarebbero donne e bambini. L’organizzazione umanitaria ha fornito ai rifugiati assistenza e beni di prima necessità, mettendo a disposizione anche un’unità composta da 12 medici, infermieri e ufficiali sanitari.

Intanto, il Command Post, incaricato di vigilare sullo stato di emergenza, ha porto le condoglianze alle famiglie delle vittime, rendendo noto di aver avviato indagini per far luce sulla dinamica dell’episodio. Il tenente generale Hassan Ibrahim ha assicurato che gli ufficiali che hanno ucciso i civili si trovano sotto custodia per essere interrogati. In seguito all’accaduto, diversi cittadini e attivisti si sono scagliati contro le autorità di Addis Abeba, accusando l’esercito di aver colpito deliberatamente i civili.

In seguito alle dimissioni del premier Hailemariam Desalegn, presentate il 15 febbraio, è stato imposto uno stato di emergenza dalla durata di 6 mesi per cercare di sedare le tensioni politiche, Occorre ricordare che, dal novembre 2015, le manifestazioni e le proteste hanno invaso il Paese, partendo dalla regione Oromia, la più grande e popolosa dell’Etiopia, per chiedere riforme democratiche. Un primo stato di emergenza era stato imposto dal novembre 2016 all’agosto 2017, durante i quali il governo aveva vietato qualsiasi forma di dissenso per mantenere l’ordine pubblico.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.