Germania: espulsi 100 egiziani

Pubblicato il 10 marzo 2018 alle 8:02 in Egitto Germania

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Germania ha espulso 100 egiziani, accusati di aver violato i requisiti di residenza. Tra di loro figuravano altresì rifugiati cui era stata negata la richiesta d’asilo.

Giovedì 8 marzo, le autorità tedesche hanno fatto sapere di aver rimandato gli uomini in Egitto. I rifugiati egiziani sono atterrati al Cairo, mercoledì 7 marzo, accompagnati da 50 funzionari tedeschi, tra i quali anche dottori e interpreti, che hanno consegnato gli uomini alle autorità locali. La polizia sta eseguendo una serie di indagini, mentre una dozzina di persone sono ancora trattenute in custodia. La decisione è un segnale dell’intento, da parte di Berlino, di attuare una politica d’immigrazione più severa. Il Paese ha accettato più di un milione di rifugiati tra il 2015 e il 2016, per la maggior parte provenienti da Siria, Iraq e Afghanistan.

Tuttavia, l’ambasciatore egiziano in Germania, Badr Abdel Atty, in una dichiarazione rilasciata dal Ministero degli Esteri del Cairo, ha spiegato che sono 9, e non 100, i rifugiati espulsi dal Paese e riportati in Egitto. “I 9 egiziani sono stati deportati dopo molti mesi di lavoro coordinato tra l’ambasciata egiziana a Berlino, i consolati egiziani di Francoforte e Amburgo e le autorità del Cairo” ha aggiunto, spiegando che le altre persone presenti sull’aereo facevano parte di alcuni team di supporto alla sicurezza o di squadre tecniche.

I gruppi relativi ai diritti umani in Germania si sono opposti alla deportazione dei rifugiati in Egitto, preoccupati della possibilità di abusi e torture da parte della polizia locale. La Human Rights Watch aveva già documentato avvenimenti simili, in un resoconto rilasciato nel 2017 dal titolo “We Do Unreasonable Things Here: Torture and National Security in al-Sisi’s Egypt”.

Il nuovo governo della Germania, che si insedierà la prossima settimana, ha promesso che continuerà a incoraggiare i ritorni volontari dei rifugiati nei loro Paesi d’origine, aggiungendo che coloro ai quali verrà respinta la richiesta d’asilo verranno espulsi. Attualmente, i partiti politici tedeschi sono divisi sull’aumentare le deportazioni o raddoppiare gli sforzi per l’integrazione dei rifugiati. Rispetto agli altri Stati membri dell’Unione Europea, la Germania ha leggi generose per quanto riguarda la loro accoglienza.

A gennaio, Berlino aveva manifestato la sua preoccupazione nei confronti dell’approvazione della riforma del Sistema di Dublino, le cui nuove regole, ad avviso delle autorità tedesche, potrebbero aumentare in modo significativo il numero di rifugiati che la Germania dovrà accogliere, secondo il principio di “legami genuini”.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti inglesi e redazione di Chiara Romano

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.