Ecuador: manifestazione a favore del vicepresidente arrestato

Pubblicato il 6 marzo 2018 alle 15:21 in America Latina Ecuador

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Ha avuto luogo in Ecuador sabato 3 marzo una manifestazione contro il presidente Lenín Moreno e a favore dell’ex vicepresidente Jorge Glas, arrestato per corruzione nel quadro del caso Odebrecht, la tangentopoli brasiliana estesasi rapidamente a tutto il continente.

La manifestazione, fuori dal carcere della capitale Quito, si è conclusa con incidenti e scontri tra i dimostranti e le forze di sicurezza, intervenute per tenere separati i sostenitori di Glas da quelli del presidente del paese Moreno.

Gli avvocati dell’ex vice presidente ecuadoriano Jorge Glas avevano convocato la manifestazione nazionale per esigere la sua liberazione, considerandolo un prigioniero politico innocente delle accuse emesse contro di lui.

Norma Espinel, madre del politico detenuto, ha registrato un video  in cui chiede il supporto per la realizzazione della manifestazione fuori dal carcere della capitale, dove Glas sconta una sentenza a sei anni di prigione dallo scorso ottobre, per la sua implicazione in diversi casi di corruzione nella trama tangentizia organizzata dalla multinazionale brasiliana in Ecuador.

È ovvio che in Ecuador ci sia stato un golpe morbido contro Jorge Glas. – ha sottolineato il suo avvocato Alejandro Vanegas – non è stato sufficiente destituirlo, lo hanno screditato sui mass media. È stato un atto abominevole!” ha affermato il legale che ha anche spiegato che il team legale della difesa presenterà ricorso in appello alla Corte Nazionale e dimostrerà al mondo che Glas è un prigioniero politico.

I legali fanno riferimento al lungo scontro politico che ha opposto il presidente Moreno al vicepresidente Glas prima dell’arresto di quest’ultimo. Motivo ufficiale dello scontro era proprio il coinvolgimento di Glas nello scandalo Odebrecht, ma Moreno non ha mai nascosto di considerare il suo vice colui che lo controllava per conto dell’ex presidente Rafael Correa.

Una volta liberatosi dell’ingombrante figura di Glas, Moreno è stato libero di proporre al paese 17 progetti di riforma volti a cambiare molte delle più controverse misure del suo predecessore. Il 4 febbraio le proposte del presidente Moreno, prima su tutte il limite a due mandati presidenziali, sono state approvate dalla popolazione per via referendaria.

La sentenza di condanna per Glas è stata resa ufficiale il 15 dicembre, dopo un processo giudicato dal suo avvocato difensore Eduardo Franco Loor come “truccato e pieno di irregolarità, che non ha mai provato il reato di cui è accusato”. L’ex vicepresidente dell’Ecuador ha più volte fatto appello alle istanze internazionali latinoamericane.

Per lo scandalo Odebrecht o per reati ad esso connessi, sono stati indagati e condannati politici e funzionari di tutti i paesi latinoamericani.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.