Siria: scontri tra la coalizione USA e le forze di Al-Assad

Pubblicato il 27 febbraio 2018 alle 16:31 in Siria USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Un attacco aereo condotto dalla coalizione internazionale, a guida americana, che combatte lo Stato Islamico in Iraq e in Siria ha colpito una postazione delle forze fedeli al governo del presidente siriano, Bashar Al-Assad, situata nel villaggio di Al-Salihiyah, nel governatorato di Deir Ezzor. Per tutta risposta, le truppe governative avrebbero immediatamente contrattaccato, aprendo il fuoco contro gli aerei della coalizione.  

Lo scontro tra i soldati della coalizione e quelli di Al-Assad, avvenuto martedì 27 febbraio, sarebbe il secondo episodio di questo genere in meno di un mese. Tra il 7 e l’8 febbraio, più di 100 soldati fedeli al governo siriano erano rimasti uccisi in un’offensiva lanciata dalle Syrian Democratic Forces (SDF), in coordinamento con la coalizione internazionale. Secondo quanto era stato riferito dallo United States Central Command (CENTCOM) si sarebbe trattato di un’operazione difensiva nei confronti di un attacco improvviso e immotivato che sarebbe stato sferrato dalle forze governative siriane.

Al momento, il fiume Eufrate, situato nel governatorato di Deir Ezzor, funge da divisorio naturale tra le postazioni delle Syrian Democratic Forces e quelle delle forze del regime di Al-Assad, sostenute dalla Russia. Secondo quanto stabilito dalle due parti in un accordo verbale, le milizie curde combattono contro lo Stato Islamico dal lato orientale del fiume Eufrate, mentre le forze di Al-Assad da quello occidentale.

Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.