Cuba: arrivano locomotive russe

Pubblicato il 24 febbraio 2018 alle 6:00 in Cuba Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Mercoledì 21 febbraio la compagnia di ingegneria russa Sinara-Transport Machines (STM) ha consegnato il secondo carico di otto locomotive diesel al porto dell’Avana. Lo ha riferito al corrispondente dell’agenzia di stampa TASS, il capo della rappresentanza STM a Cuba, Gennadj Dotsenko.

Il primo lotto di sette locomotive diesel della serie TGM8KM era stato consegnato a Cuba a novembre 2017. “Quest’anno, consegneremo altre 28 unità in quattro parti: è previsto che il prossimo gruppo di sette locomotive sarà spedito a marzo e arriverà al porto di L’Avana a fine maggio – inizio giugno” – ha affermato Dotsenko.

La produzione di locomotive diesel per le ferrovie cubane viene effettuata presso la fabbrica di locomotiva diesel Lyudinovo situata nella regione di Kaluga, circa 260 Km a ovest di Mosca. Come parte del contratto, la STM prevede di fornire 75 locomotive all’isola caraibica entro la fine del 2021.

La STM sta realizzando progetti a Cuba per un valore di quasi 200 milioni di euro. Oltre alle locomotive, quest’anno la compagnia fornirà anche autobus per diverse città della maggiore delle Antille e per il trasporto interprovinciale. Inoltre, sono in corso i lavori per ammodernare il deposito per la riparazione delle locomotive a L’Avana, per il quale oltre un migliaio di macchinari e strumenti di alta tecnologia saranno consegnati entro due anni.

 Il progetto sulla fornitura di attrezzature a Cuba viene implementato con il supporto del Ministero dell’Industria e del Commercio della Federazione russa e del Centro di esportazione russo. La STM offre anche formazione per i lavoratori delle ferrovie cubane, sia sull’isola sia in Russia.

La STM è la divisione del Gruppo Sinara che si occupa di ingegneria locomotiva, ingegneria, produzione di motori diesel e macchine cingolate e fornitura di servizi per la manutenzione di attrezzature ferroviarie. Il Gruppo Sinara è stato fondato nel 2001 e ha sede ad Ekatrinburg, diretto dall’oligarca Michail Chodorkovskij fino al suo arresto nel 2005, è guidato sin da allora da Dmitrij Pumpjanskij. 

Le forniture e il potenziamento del sistema ferroviario cubano rientrano negli accordi siglati tra l’isola e la Federazione a seguito del condono del debito voluto da Vladimir Putin nel luglio 2014.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino 

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.