Cina: braccio destro di Xi Jinping presto in visita negli USA

Pubblicato il 24 febbraio 2018 alle 6:21 in Asia Cina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La settimana prossima, Liu He, il più influente policymaker in campo economico e braccio destro del presidente cinese, Xi Jinping, potrebbe recarsi a Washigton, secondo quanto riportato dal sito americano Axios. L’obiettivo di questa visita consisterebbe nel tentativo cinese di convincere il governo americano a smorzare le recenti tensioni commerciali tra i due Paesi. “Qualora dovesse scoppiare una guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina, quest’ultima subirebbe gli effetti negativi più pesanti. Pertanto, la Cina spera di poter raggiungere un compromesso seguendo la strada della negoziazione e delle consultazioni”, ha affermato Yang Weimin, presidente del consiglio di amministrazione della Yunnan Jinjiang International Management Co.

Liu He, direttore dell’Office of the Central Leading Group for Financial and Economic Affairs, è il secondo membro del Politburo a recarsi a Washington dall’inizio dell’anno. L’8 e il 9 febbraio, il consigliere di Stato cinese, Yang Jiechi, aveva compiuto un viaggio negli Stati Uniti per affrontare la questione delle dispute commerciali tra i due Paesi e aveva sottolineato come il tema fosse di prioritaria importanza per il governo di Pechino.

Il presidente americano, Donald Trump, ha definito la Cina come uno dei principali rivali degli Stati Uniti, assieme alla Russia, sia sul piano militare sia su quello economico. Sotto la sua presidenza, le critiche nei confronti delle pratiche commerciali cinesi sono aumentate. Inoltre, il presidente Trump ha minacciato di imporre pesanti sanzioni su prodotti quali alluminio e acciaio, di cui la Cina è grande esportatore. Infine, è in atto una riflessione all’interno del governo americano sulla possibilità di punire i presunti furti di proprietà intellettuale e il trasferimento forzato di tecnologia da parte della Cina.

“Di fronte a politiche instabili da parte dell’establishment di Washington è necessario aumentare i canali di comunicazione. Entrambi gli Stati hanno bisogno di consultarsi sul coordinamento delle rispettive politiche macroeconomiche e di evitare ulteriori scontri in ambito commerciale”, ha sottolineato Lu Xiang, specialista degli Stati Uniti all’interno della Chinese Academy of Social Sciences.

I temi principali che Liu He potrebbe affrontare durante la visita negli Stati Uniti riguarderebbero la maggiore apertura del mercato domestico cinese a livello internazionale, le riforme economiche previste in Cina per il 2018 e l’interesse cinese nei confronti del grande piano infrastrutturale americano per migliorare le vie di comunicazione del Paese, delineato dal presidente Trump durante il suo primo State of the Union address. Dall’inizio dell’anno, la Cina sta compiendo numerosi sforzi per rassicurare il partener americano sulla sua affidabilità e sulla sua disponibilità ad approfondire il dialogo sulle principali questioni commerciali. Entrambi i Paesi vogliono evitare possibili fraintendimenti che rischierebbero di rovinare la relazione bilaterale.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.