Etiopia: primo ministro presenta le dimissioni

Pubblicato il 15 febbraio 2018 alle 16:22 in Africa Etiopia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il primo ministro etiope, Hailemariam Desalegn, in carica dall’agosto 2012, ha presentato le dimissioni, dichiarando di voler cedere la guida della coalizione di governo. Il suo annuncio è stato rilasciato in un momento di particolare tensione nel Paese del Corno d’Africa dove, recentemente, le autorità avevano rilasciato migliaia di prigionieri politici per cercare di calmare la situazione. I disordini sono scoppiati nel 2015, e si sono inaspriti nel corso del 2016, soprattutto nelle regioni di Oromia e Amhara a causa della restrizione degli abusi contro i cittadini e delle gravi violazioni dei diritti umani. Con il passare dei mesi, le manifestazioni hanno invaso tutto il Paese per protestare contro le restrizioni politiche. Secondo quanto riferito dall’emittente britannica BBC, i prigionieri politici dell’Etiopia erano attivisti dell’opposizione e giornalisti.

“I disordini e la crisi hanno portato alla perdita di vite e alla dispersione di tante persone, le mie dimissioni sono vitali per attuare nuove riforme che portino alla pace e alla democrazia”, ha spiegato Hailemariam, il quale ha precisato che continuerà a svolgere le proprie funzioni fino a che il Parlamento non accetterà le sue dimissioni e nominerà un nuovo premier.

L’Etiopia è stata ripetutamente accusata di reprimere i dissensi del popolo e la libertà dei media adducendo come scusa motivi di sicurezza, come riportato da Reuters. Anche l’opposizione del Paese, che non detiene seggi al Parlamento, accusa il governo di Addis Abeba di perpetrare continue molestie e intimidazioni. I leader in carica, tuttavia, hanno respinto tutte le accuse di imposizione di restrizioni politiche.

L’Etiopia è uno degli attori principali del Corno d’Africa, sia sul piano economico, sia sul piano della sicurezza. È previsto che il Paese africano diventi il principale esportatore di energia dell’area e anche lo Stato più importante per la produzione di energia rinnovabile di tutto continente. Nonostante l’instabilità politica, l’Etiopia è particolarmente attiva nella lotta contro il terrorismo locale, effettuando operazioni contro al-Qaeda e al-Shabaab, ed è impegnato in Sud Sudan per sostenere le sue autorità nella risoluzione della guerra civile.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.