Libia: attacco all’aeroporto di Mitiga

Pubblicato il 14 febbraio 2018 alle 16:42 in Africa Libia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’aeroporto di Mitiga, situato a est di Tripoli, è stato temporaneamente chiuso per ragioni di sicurezza, a causa di alcuni colpi di arma da fuoco.

Mitiga, inizialmente una base aerea militare, è diventata un aeroporto internazionale dopo che l’aeroporto internazionale di Tripoli era stato gravemente danneggiato nell’agosto 2014. Nella notte tra martedì 13 e mercoledì 14 febbraio, l’aeroporto era stato temporaneamente chiuso per ragioni di sicurezza, anche se la causa non è ancora chiara.

Inizialmente, i media libici avevano parlato dell’esplosione di una granata vicino alla torre di controllo. Tale informazione era poi stata negata dalle Special Deterrence Forces (RADA), una forza fedele al Governo di accordo nazionale (GNA), che hanno la sede nel compound dell’aeroporto. Secondo altre fonti, gli spari avrebbero colpito un aereo di linea mentre stava per atterrare. Fonti dell’aeroporto hanno riferito che la struttura sarebbe stata chiusa in via precauzionale, per impedire che si verificassero altri episodi simili.

Si tratta del secondo attacco che ha colpito l’aeroporto di Mitiga nel giro di un mese. Il 15 gennaio, alcuni uomini armati avevano attaccato l’aeroporto internazionale di Mitiga, nel tentativo di liberare alcuni colleghi detenuti in un carcere situato nelle vicinanze della struttura. Nonostante l’aeroporto fosse stato immediatamente evacuato, il bilancio delle vittime era stato di almeno 9 morti, tra civili e militari.

Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Traduzione dall’inglese e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.