Afghanistan: talebano infiltrato uccide 16 militanti alleati del governo

Pubblicato il 12 febbraio 2018 alle 17:02 in Afghanistan Asia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Un talebano infiltrato in un gruppo di militanti alleati del governo di Kabul ha ucciso a colpi di arma da fuoco 16 membri, nel sud della provincia di Helmand, nel distretto di Greshk, domenica 11 febbraio. Secondo quanto riportato da Reuters, l’attentatore aveva lavorato per mesi con le vittime, fingendo di essere uno di loro. Un portavoce del governatorato di Helmand ha riferito che, al momento, le autorità non hanno ancora identificato il gruppo colpito

Lo stesso giorno, almeno 4 talebani sono morti in un’esplosione improvvisa, causata da un ordigno che avevano inserito sul un veicolo. Secondo quanto riportato dal Ministero dell’Interno, l’incidente è avvenuto nella provincia di Farah. I talebani non hanno ancora commentato l’accaduto. Nella zona di Farah, localizzata nell’ovest dell’Afghanistan, i militanti afghani sono particolarmente attivi, soprattutto nei distretti più remoti, dove spesso compiono offensive.

Da quando il presidente Donald Trump ha annunciato la nuova strategia americana nel Paese asiatico, il 21 agosto 2017, con l’obiettivo di eliminare definitivamente la minaccia terroristica dalla regione, gli Stati Uniti hanno aumentato significativamente i bombardamenti aerei in Afghanistan per colpire sia i talebani, sia i militanti affiliati allo Stato Islamico. La scorsa settimana, un bombardiere B-52 dell’aviazione americana ha compiuto una serie di raid nella provincia di Badakhshan, nel nord dell’Afghanistan, dalla durata record di 96 ore, sganciando 24 munizioni di precisione guidate contro postazioni dei talebani. Secondo quanto riferito da un comunicato dello US Central Command, i bombardamenti sono avvenuti in seguito ad una serie di offensive lanciate dai militanti afghani a Kabul alla fine di gennaio, che hanno causato la morte di più di 100 persone. Secondo la CNN, nonostante l’aumento dei bombardamenti, nella seconda parte del 2017, i talebani sono riusciti a rafforzare il proprio dominio in Afghanistan. Basti pensare che nel mese di ottobre i militanti afghani controllavano il 14% dei distretti locali, una percentuale superiore rispetto a quella registrata ad agosto, pari al 13%.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.