Palestina: premier indiano visita la Cisgiordania per la prima volta

Pubblicato il 10 febbraio 2018 alle 15:07 in India Palestina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il primo ministro indiano, Narendra Modi, sabato 10 febbraio è arrivato in Cisgiordania per una visita al presidente dell’Autorità Palestinese, Mahmoud Abbas, diventando il primo premier indiano a visitare l’area.

L’incontro è visto come un tentativo di bilanciare le relazioni con la Palestina, dopo che l’India ha deciso di rafforzare i legami con Israele. Il 4 luglio 2017, infatti, con l’obiettivo di ristabilire ufficialmente i legami con il Paese mediorientale, Modi aveva visitato ufficialmente Israele, diventando il primo leader indiano a visitare il Paese. Il 14 gennaio 2018, il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, aveva restituito la visita all’India, descrivendo l’occasione come “un’opportunità per migliorare la cooperazione con una potenza internazionale dal punto di vista economico, tecnologico, turistico e della sicurezza”.

Il tour del Medio Oriente di Modi, che visiterà anche Oman ed Emirati Arabi Uniti, è cominciato venerdì 9 febbraio in Giordania. Il premier indiano ha incontrato re Abdullah II per discutere della situazione israelo-palestinese e del ruolo del Paese in quanto custode dei siti di interesse religioso musulmani e cristiani a Gerusalemme.

Modi è arrivato in elicottero dalla Giordania, atterrando nelle vicinanze del quartier generale di Abbas, nella città di Ramallah. Durante la breve visita, i due leader discuteranno diversi argomenti, tra i quali tecnologie per l’informazione, sanità e turismo. Un funzionario palestinese, Nabil Shaath, ha affermato che le due autorità firmeranno accordi di cooperazione per un totale di 50 milioni di dollari. Inoltre, secondo il quotidiano The Times of Israel, Abbas chiederà a Modi di sostenere la coalizione multilaterale che sostituirà gli Stati Uniti come unico mediatore nelle trattative future per il processo di pace tra Israele e Palestina. Da quando il presidente statunitense, Donald Trump, aveva deciso di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele, il 6 dicembre 2017, Abbas ha ricercato supporto internazionale per sostituire Washington come solo mediatore per il processo di pace fra i due popoli. Il premier indiano ha reiterato il suo sostegno per la creazione di uno Stato palestinese indipendente, che possa vivere in pace con Israele.

Abbas ha dichiarato che la visita di Modi sarà un’opportunità per ringraziare l’India per il suo continuo supporto per la pace e per i diritti di libertà e indipendenza del popolo palestinese. Le relazioni fra i due Paesi risalgono agli anni ’60 e la leadership palestinese ha sempre voluto rafforzare e approfondire le relazioni con le forze e i partiti indiani.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti inglesi e redazione di Chiara Romano

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.