La Giordania taglia i rapporti diplomatici con Pyongyang

Pubblicato il 2 febbraio 2018 alle 13:28 in Corea del Nord Giordania

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Giordania ha tagliato i rapporti diplomatici con la Corea del Nord, “in linea con le politiche adottate dai suoi alleati”, secondo quanto riferito da una fonte del governo.

Giovedì 1 febbraio, il sovrano del Regno Hashemita, re Abdullah II, ha approvato la risoluzione del Gabinetto n.6056 del 15 gennaio, che prevede la sospensione di tutte le relazioni diplomatiche con la Corea del Nord. La decisione include la fine dell’accreditamento dell’ambasciatore della Giordania nel Paese asiatico e dell’ambasciatore della Corea del Nord presso lo Stato mediorientale.

Stando a quanto riferito da una fonte del governo, le relazioni tra Amman e Pyongyang non sarebbero “mai state molto forti”, tuttavia, la decisione di sospendere completamente i rapporti diplomatici sarebbe stata presa “in linea con le politiche degli alleati giordani”.

La scelta di Amman giunge qualche mese dopo la sospensione dei rapporti diplomatici con Pyongyang da parte di altri Paesi della regione, in particolare Kuwait, Qatar ed Emirati Arabi Uniti. Il 17 settembre 2017, il Kuwait aveva ordinato all’ambasciatore della Corea del Nord di lasciare il Paese entro un mese, riducendo in tal modo la sua rappresentanza diplomatica. Il 19 settembre, sulla scia della decisione del Kuwait, anche il Qatar aveva annunciato che avrebbe smesso di emanare visti per i cittadini nordcoreani. Successivamente, il 12 ottobre, gli Emirati Arabi Uniti avevano interrotto le relazioni diplomatiche con la Corea del Nord.

Il comportamento dei Paesi mediorientali era giunto in risposta alla richiesta di Washington. Il 30 novembre 2017, la rappresentante permanente degli Stati Uniti presso l’ONU, Nikki Haley, in occasione di un discorso pronunciato di fronte al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, aveva esortato tutte le nazioni a tagliare i rapporti diplomatici e commerciali con la Corea del Nord, dopo che il Paese aveva effettuato una serie di test missilistici.

Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.