USA chiedono al Libano di eliminare Hezbollah dal settore finanziario nazionale

Pubblicato il 26 gennaio 2018 alle 8:38 in Libano USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Secondo quanto riportato dal quotidiano The New Arab, gli ufficiali dell’amministrazione Trump vogliono che il governo libanese espella Hezbollah dal settore finanziario, in linea con gli sforzi di Washington per interrompere i legami globali del gruppo. In occasione di una visita in Libano, durata due giorni, il Segretario del Tesoro degli Stati Uniti per il finanziamento del terrorismo, Marshall Billingslea, ha sottolineato l’importanza di contrastare le “attività maligne dell’Iran in Libano”, in quanto Teheran è uno dei principali finanziatori del gruppo sciita.

Hezbollah, in arabo “Partito di Dio”, è un’organizzazione paramilitare sciita libanese nata nel 1982 che si è trasformata, nel tempo, in un partito politico locale. Attualmente, tale gruppo è la forza maggiore presente in Libano e, secondo alcune fonti, dovrebbe essere in possesso di un arsenale più grande di quello dell’esercito libanese. Alcuni Stati considerano un gruppo terroristico soltanto l’ala militare di Hezbollah, facendo una distinzione con il partito politico. Gli USA, al contrario, non effettuano tale separazione. La milizia libanese è accusata di aver bombardato l’ambasciata americana e le postazioni dei Marines a Beirut, nel 1983, e di aver colpito il centro culturale ebraico in Argentina, nel 1994. Nel 2012, Israele ha altresì accusato Hezbollah di aver attaccato un autobus di turisti israeliani in Bulgaria.

Alla fine del mese di ottobre 2017, la Casa dei Rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato un nuovo pacchetto di sanzioni contro Hezbollah, in linea con la strategia americana per contrastare indirettamente l’Iran, principale rivale di Washington in Medio Oriente. Tali misure, tuttavia, sono rischiose, in quanto potrebbero avere effetti negativi sul settore bancario libanese, che è cruciale per l’economia locale. In virtù di ciò, Billingslea ha affermato che gli Stati Uniti sono pronti a collaborare con le autorità di Beirut per fornire affinché il Paese sia forte, stabile e prosperoso.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.