Nagorno-Karabach: riprendono i negoziati

Pubblicato il 17 gennaio 2018 alle 18:04 in Armenia Azerbaigian Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Riprenderanno a breve i negoziati tra Armenia e Azerbaigian sulla situazione del Nagorno-Karabach. A renderlo noto il capo della diplomazia di Baku Mammadyarov.

Il ministro degli Esteri azero Elmar Mammadyarov avrà un incontro con i rappresentanti del gruppo di Minsk all’OSCE e con il ministro degli Esteri armeno Eduard Nalbandian, il prossimo 18 gennaio a Cracovia. Le parti discuteranno la ripresa dei negoziati per quanto riguarda il conflitto del Nagorno-Karabach, rende noto l’ufficio stampa del ministero degli Esteri dell’Azerbaigian.

“Il 18 gennaio 2018 il ministro degli Esteri Elmar Mammadyarov incontrerà il gruppo di Minsk dell’OSCE rappresentato da Andrew Schofer (USA), Stephane Visconti (Francia), Igor Popov (Federazione Russa), e il ministro degli Esteri dell’Armenia Eduard Nalbandian nella città polacca di Cracovia. L’incontro vedrà anche la presenza dell’inviato del presidente dell’OSCE Andrzej Kasprzyk” – si legge nel comunicato stampa della diplomazia azera.

Mammadyarov ha preparato l’incontro riunendosi a Parigi con l’omologo francese Jean-Yves Le Drian.

Dal 1992 si svolgono i negoziati per una soluzione pacifica del conflitto all’interno del gruppo di Minsk dell’OSCE. L’Azerbaigian insiste nel salvaguardare la sua integrità territoriale, mentre l’Armenia difende gli interessi dell’autoproclamata Repubblica, di etnia armena, dal momento che i rappresentanti indipendentisti del Nagorno-Karabakh non sono coinvolti nei negoziati.

La Repubblica di Artzakh è nata nel maggio 1994 a seguito della vittoria militare armena sulle truppe azere e da allora non è riconosciuta se non da Erevan. Oltre al Nagorno-Karabach sovietico, la Repubblica di Artzakh occupa una vasta porzione di territorio azero occupato dalle forze armate armene nel corso del conflitto, che garantisce all’entità autoproclamata una lunga frontiera comune proprio con l’Armenia.

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.