Giappone: sottomarino da guerra cinese vicino alle Senkaku

Pubblicato il 16 gennaio 2018 alle 6:05 in Asia Giappone

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Un sottomarino della marina cinese è stato avvistato nelle acque del Mar Cinese Orientale, secondo quanto riferito dal Ministero della Difesa del Giappone.

Un sottomarino da attacco cinese a propulsione nucleare di ultima generazione è stato intercettato dalla marina del Giappone nei pressi dell’arcipelago Senkaku/Diaoyu, un gruppo di isole la cui sovranità è contesa tra Tokyo e Pechino.

L’intercettazione del sottomarino giunge a meno di una settimana dalle proteste del Giappone per una nave fregata cinese da 4000 tonnellate, la Jiangkai II, localizzata dalla Marina del Giappone nelle acque contigue alle stesse isole Senkaku/Diaoyu, giovedì 11 gennaio.

Il Ministro della Difesa nipponica, Istunori Onodera, ha riferito che il sottomarino intercettato lunedì 15 gennaio è stato identificato come “un sottomarino d’attacco a propulsione nucleare di classe Shang”, dotato di missili da crociera a lungo raggio. “I sottomarini a propulsione nucleare possono viaggiare per molte ore e sono difficili da individuare perché si muovono ad alta profondità. Siamo molto preoccupati perché il passaggio di un sottomarino attraverso le acque contigue del nostro Paese è un atto che aumenta la tensione in modo unilaterale”, ha dichiarato il ministro Onodera, aggiungendo che il Giappone sarà molto vigile nei prossimi giorni.

Le acque contigue sono una zona marina che si estende per 12 miglia nautiche rispetto alla fine delle acque territoriali di un Paese. La Cina non ha confermato di aver inviato un sottomarino. Il Ministero degli Esteri di Pechino aveva precedentemente affermato che le sue navi avrebbero condotto attività di sorveglianza sulle attività giapponesi nella zona delle isole contese, ma non aveva aggiunto nulla in merito alla presenza di sottomarini.

La Cina considera le isole – note con il nome Senkaku in Giapponese e Diaoyu in cinese – parte del suo territorio nazionale, ma il Giappone le ha “nazionalizzate” e le amministra di fatto dal 2012. Questo ha portato a un incremento della tensione bilaterale tra i due Paesi e nonostante i vari tentativi di riavvicinamento, Pechino e Tokyo restano divisi su questo punto.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti inglesi e cinesi e redazione a cura di Ilaria Tipà

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.