Stati Uniti sospendono aiuti all’Algeria

Pubblicato il 15 gennaio 2018 alle 8:41 in Algeria USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Secondo quanto riportato da Ansamed, il presidente Donald Trump avrebbe deciso di sospendere gli aiuti umanitari e militari all’Algeria. Il motivo sarebbe legato al voto contrario da parte di Algeri al riconoscimento di Gerusalemme come capitale di Israele, in seno al Consiglio di sicurezza dell’Onu.

Il 6 dicembre 2017, Trump ha ufficialmente riconosciuto Gerusalemme come capitale di Israele, annunciando la decisione di spostare l’ambasciata americana da Tel Aviv, dove si trova dal 1996, alla Città Santa. Tale mossa ha causato una serie di proteste in Palestina e nel mondo, in quanto rischia di mettere a repentaglio il progetto di pace. In particolare, la questione dello status di Gerusalemme è estremamente delicata, dal momento che la città rappresenta un sito religioso fondamentale sia per i musulmani sia per gli ebrei, di conseguenza, sia i palestinesi sia Israele ambiscono a proclamarla capitale del proprio Stato. La comunità internazionale ritiene che lo status di Gerusalemme debba essere deciso soltanto nei colloqui di pace tra Israele e Palestina. Il 18 dicembre 2017, il Consiglio di sicurezza dell’Onu ha sottoposto al voto dei membri una Risoluzione, proposta dall’Egitto, la quale riconfermava la posizione sostenuta dall’Onu. Riprendendo le decisioni dell’Assemblea Generale e del Consiglio di sicurezza sviluppate negli ultimi decenni, il documento stabiliva che ogni azione o decisione in grado di alterare le caratteristiche, lo status o la composizione demografica della Città Santa di Gerusalemme non avevano effetto legale e dovevano essere annullate, in conformità con le Risoluzioni del Consiglio di Sicurezza. Durante la votazione, tutti i membri si sono espressi in favore della Risoluzione, tra cui l’Algeria, tranne Nikki Haley, l’ambasciatrice degli Stati Uniti presso l’Onu, che ha esercitato il diritto di veto

In seguito a ciò, gli USA avrebbero deciso di sospendere l’erogazione dei 17 milioni di dollari annuali che destinati all’Algeria. Ansamed spiega che, secondo quanto riportato da un quotidiano algerino, la cooperazione tra i due Paesi era stata stretta e importante, fin dagli anni ’90. Inoltre, nell’ambito della cooperazione di sicurezza, fino ad oggi, gli Stati Uniti avevano donato alle autorità di Algeri almeno 1,4 miliardi di dollari.

I rapporti tra Washington e Algeri risalgono al 1962, anno in cui il Paese nordafricano ottenne l’indipendenza dalla Francia. Il Dipartimento di Stato americano ritiene che l’Algeria, data la sua posizione geografica strategica, costituisce un importante partner degli Stati Uniti in termini di sicurezza. Nonostante non sia membro della coalizione internazionale a guida americana che combatte contro l’ISIS, l’Algeria fornisce comunque un supporto, attraverso l’adozione di misure anti-propaganda e attraverso cooperazione con gli Stati vicini e il finanziamento del Sahel Region-Building Working Group (SWG). 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.