Il presidente etiope Teshome a Cuba

Pubblicato il 11 gennaio 2018 alle 6:05 in Cuba Etiopia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente dell’Etiopia Mulatu Teshome è giunto lunedì 8 gennaio a Cuba per una visita di stato che si concluderà oggi. È la prima visita ufficiale del capo dello stato etiope a Cuba, sebbene Teshome si fosse già recato a L’Avana in occasione dei funerali di Fidel Castro nel dicembre 2016.

Il 9 gennaio Teshome ha visitato il memoriale agli Internazionalisti cubani, nel cimitero Colón di L’Avana, dove ha posto dei fiori in memoria dei molti cubani che hanno combattuto in Etiopia tra il 1977 e il 1988. Teshome ha ricordato “la generosità di migliaia di giovani cubani il cui apporto è stato fondamentale per sconfiggere il colonialismo, il razzismo e l’apartheid nel nostro continente”. Teshome ha sottolineato l’importanza dell’intervento cubano per il “mantenimento dell’integrità territoriale dell’Etiopia”. 

Nel 1977 Cuba, già impegnata militarmente in Angola contro il Sudafrica, inviò truppe a sostegno dell’Etiopia, attaccata dalla Somalia in quella che fu conosciuta come la Guerra dell’Ogaden. Truppe cubane rimasero nel paese del Corno d’Africa fino al 1988. Fidel Castro ha sempre negato che, nello stesso periodo, forze militari dell’isola fossero impiegate nella repressione del movimento indipendentista eritreo. 

Successivamente il presidente etiope ha reso omaggio all’eroe nazionale di Cuba José Martí.

Sempre martedì 9 gennaio si è svolto il vertice con il presidente dell’isola Raúl Castro nella sede del Consiglio di Stato della nazione antillana. Al vertice hanno preso parte anche i ministri etiopi e cubani della Scienze e della Tecnologia e della Salute. Castro e Teshome hanno manifestato l’interesse di entrambi i paesi ad ampliare la cooperazione a nuovi ambiti quali trasporti, biotecnolgie e macchinari.

Il 10 gennaio Teshome ha compiuto un giro in diverse provincie dell’isola, incontrando autorità locali, reduci delle guerre in Africa e studenti etiopi che frequentano le università cubane.

Cuba e l’Etiopia mantengono legami molto stretti sin dall’instaurazione di un regime comunista nel paese Africano nel 1974. Alla caduta del leader comunista etiope Hailé Mariam Menghistu nel 1991, le relazioni si sono raffreddate, ma i due paesi hanno continuato ad avere strette collaborazioni in materia di agricoltura e sanità.

Da alcuni anni sono ripresi i contatti tra università cubane ed etiopi e sono molti gli studenti africani a frequentare le università isolane e in particolare la facoltà di medicina.

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

 

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.