Giappone: nave cinese vicino le nostre acque

Pubblicato il 11 gennaio 2018 alle 16:04 in Asia Giappone

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Giappone ha individuato una fregata cinese nelle acque vicine alle isole Senkaku/Diaoyu, nel Mar Cinese Orientale. Si tratta del primo rilevamento di una nave della marina cinese da più di un anno nella zona contesa da Cina e Giappone.

La Marina del Giappone – nota come Forza per l’Auto-difesa Marittima, poiché il Giappone non dispone formalmente di forze armate, ma soltanto di corpi per l’auto-difesa – ha intercettato la Jiangkai, una fregata di seconda classe cinese da 4 mila tonnellate, nelle acque limitrofe alle isole note come Senkaku in giapponese e Diaoyu, in cinese, alle 11 del mattino di giovedì 11 gennaio. L’arcipelago è attualmente amministrato dal Giappone, ma viene rivendicato da Pechino come proprio territorio.

Il portavoce del Ministero della Difesa di Tokyo, Go Yamaguchi, ha affermato che oltre alla fregata è stato avvistato anche un sottomarino la cui nazionalità è ancora sconosciuta nella fascia contigua alle isole Senkaku.

La fascia contigua indica lo spazio di mare che si estende per un limite massimo di 12 miglia marine oltre il limite delle acque territoriali, ciò significa a un massimo di 24 miglia marine dalla linea di base della costa. Secondo il diritto internazionale, la fascia contigua non è territorio di alcun Paese, ma lo Stato più vicino detiene alcuni diritti, seppur limitati, su quella zona. “Stiamo monitorando le navi e abbiamo inviato una comunicazione per avvertirle di essere entrate nella fascia contigua al territorio marittimo del Giappone”, ha affermato il portavoce Yamaguchi.

Secondo la Difesa giapponese, la fregata cinese è stata la prima ad avvicinarsi così tanto alle isole Senkaku dal giugno 2016. La contesa territoriale sulle isole Senkaku/Diaoyu ha segnato i rapporti tra Cina e Giappone per molto tempo, con un picco nel 2012 quando Tokyo ha deciso di “nazionalizzare” una parte delle isole. Nonostante ci siano stati dei passi tra Tokyo e Pechino per risolvere la contesa, la situazione resta di tensione e le navi della guardia costiera cinese effettuano spesso pattugliamenti intorno alle isole contese.

Il vice ministro degli esteri del Giappone, Shinsuke Sugiyama ha incontrato l’ambasciatore cinese a Tokyo, Cheng Yonghua, giovedì 11 gennaio, per parlare della fregata cinese, ma non sono ancora stati diffusi i risultati dell’incontro.

La Cina, dal canto suo, ritiene che le isole Diaoyu siano suo territorio sovrano, quindi considera illecito che il Giappone si opponga alla presenza di sue navi da guerra nelle acque vicino alle isole.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti inglesi e cinesi e redazione a cura di Ilaria Tipà

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.