Aereo militare americano in ricognizione in Crimea

Pubblicato il 8 gennaio 2018 alle 15:00 in Russia Ucraina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Un Boeing P-8A Poseidon, aereo da pattugliamento antisommergibile della marina statunitense, ha sorvolato nella giornata di ieri le acque del Mar Nero nei pressi della costa della Crimea nell’ambito di un’operazione di ricognizione, segnala Mil Radar, che segue il movimento degli aerei militari.

Secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa russa Interfax, l’aereo con il numero di coda 168432 e il segnale di chiamata PS076 era decollato ieri, domenica 7 gennaio, dalla base militare americana di Sigonella, in Sicilia.

Inizialmente l’aereo avrebbe sorvolato lo spazio aereo internazionale a sud di Odessa ed ovest di Eupatoria, in Crimea, per poi dirigersi ad ovest di Sebastopoli e infine verso il porto russo di Novorossiysk per poi invertire la rotta e fare ritorno nella sua base di dislocazione permanente a Sigonella.

La Crimea è diventata una regione russa dopo il referendum del marzo 2014, in cui il 96,77% degli elettori della Repubblica di Crimea ed il 95,6% di Sebastopoli votarono a favore dell’annessione alla Federazione Russa. Il referendum fu indetto dalle autorità della Crimea a seguito del colpo di stato in Ucraina di Euromaidan del febbraio 2014.

L’Ucraina, da parte sua, continua a considerare la Crimea come “territorio nazionale temporaneamente occupato”. Allo stesso tempo, i Paesi occidentali hanno imposto severe sanzioni contro la Russia per la sua politica in Ucraina orientale e in Crimea.

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.