La Turchia vuole migliorare i rapporti con la Germania

Pubblicato il 7 gennaio 2018 alle 7:41 in Germania Turchia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

I ministri degli Esteri della Turchia e della Germania hanno deciso di collaborare per migliorare la relazione fra i due Paesi, dopo un periodo di alta tensione fra le due parti.

Sabato, 6 gennaio, il ministro tedesco, Sigmar Gabriel, ha ospitato nella città di Goslar la sua controparte turca, Mevlut Cavusoglu. Durante l’incontro, le due autorità hanno dichiarato che faranno il possibile per  riprendere le relazioni amichevoli fra i due Paesi. Gabriel e Cavusoglu si sono accordati sugli sforzi futuri per superare le difficoltà che hanno impedito una relazione distesa tra i due Stati, promettendo di trovare, in futuro, ancora più occasioni di condivisione. Le due autorità hanno trattato numerosi argomenti, tra i quali il patto del 2015 tra l’Unione Europea e Ankara, che ha l’obiettivo di ridurre il flusso di rifugiati in Europa, e la liberazione del giornalista turco-tedesco Deniz Yucel, arrestato con l’accusa di essere coinvolto in attività terroristiche in Turchia. Cavusoglu ha dichiarato che, nonostante fra i due Paesi esistano tuttora grandi differenze, i due leader, in quanto ministri degli Esteri, saranno in grado di superarle attraverso il dialogo.

Negli ultimi anni, le relazioni tra Germania e Turchia si erano deteriorate, specialmente in seguito al fallito colpo di Stato turco, avvenuto il 15 luglio 2016. Le tensioni erano aumentate in quanto le autorità di Ankara avevano arrestato attivisti e giornalisti tedeschi con l’accusa di terrorismo. La Germania, da parte sua, si era rifiutata di estradare due richiedenti asilo che, secondo la Turchia, erano coinvolti nel golpe.

In seguito agli avvenimenti del luglio 2016, alcuni Stati dell’Unione Europea e alcune organizzazioni per i diritti umani avevano accusato Ankara di aver usato la scusa del colpo di Stato come pretesto per reprimere l’opposizione. La Turchia si era difesa respingendo tutte le accuse.

Nelle ultime settimane, tuttavia, Ankara ha rilasciato alcuni cittadini tedeschi su cauzione, tra i quali il giornalista Mesale Tolu e l’attivista per i diritti umani Peter Steudtner. Prima della sua visita a Goslar, il ministro degli Esteri turco aveva dichiarato di voler delineare un “nuovo inizio”con il Paese, basato sull’amicizia e sulla cooperazione fra due partner uguali fra di loro. La Germania ricopre un’importanza particolare per la Turchia, in primo luogo poiché è il suo partner commerciale principale, ma anche perché il Paese ospita 3 milioni di turchi.

Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, aveva annunciato a dicembre che il suo Paese “doveva ridurre il numero di nemici e aumentare il numero di amici”, e ha deciso di recarsi a Parigi per incontrare il presidente francese, Emmanuel Macron, il 5 gennaio. Anche le relazioni con la Francia si erano deteriorate in seguito al colpo di stato del 2016, ma tra gli obiettivi della Turchia c’è quello di ricucire i rapporti anche con Parigi.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Traduzione dall’inglese e redazione a cura di Chiara Romano

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.