Turchia: arrestati 20 presunti membri dell’ISIS

Pubblicato il 31 dicembre 2017 alle 13:43 in Medio Oriente Turchia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

In un raid a Istanbul, la polizia turca ha arrestato 20 persone, tra cui 15 stranieri, per presunta affiliazione all’ISIS.

Il raid antiterroristico è avvenuto in quattro luoghi differenti all’interno della città sabato 30 dicembre, ed è stato organizzato preventivamente in vista dell’anniversario di un attacco che il 31 dicembre scorso provocò la morte di 39 persone in un nightclub. Lo rivela una dichiarazione della polizia domenica 31 dicembre. Non è stato detto quali siano le altre nazionalità dei cittadini arrestati.

Secondo l’agenzia di stampa statale Anadolu, i sospettati stavano organizzando un attacco mirato a colpire la città durante le celebrazioni del Capodanno. La polizia turca nell’ultima settimana ha avviato numerose operazioni contro presunti militanti dello Stato Islamico, arrestando circa 195 persone nelle giornate di giovedì 29 e venerdì 29 dicembre.

Il 31 dicembre del 2016, un uomo armato di fucile d’assalto ha ucciso 39 persone tra cui cittadini turchi e turisti di altre nazionalità, soprattutto arabi, indiani e canadesi, presso un rinomato nightclub di Istanbul. In tale occasione l’ISIS ha rivendicato l’attacco, uno dei tanti che hanno scosso il Paese negli ultimi due anni per opera di jihadisti e militanti curdi.

Per la vigilia del primo dell’anno 2018 sono previste misure di sicurezza aggiuntive: il numero di poliziotti in servizio a Istanbul verrà raddoppiato raggiungendo la quota di 37mila ufficiali, e i festeggiamenti pubblici saranno cancellati o proibiti in alcuni distretti della città per ragioni di sicurezza preventiva. A riferirlo sono stati alcuni membri delle forze dell’ordine locali. Inoltre, nella zona centrale di Istanbul numerose strade saranno chiuse al transito, e i veicoli pesanti quali camion e furgoni non avranno accesso ad alcune aree urbane.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti inglesi e redazione a cura di Claudia Castellani

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.