Libia: verso il referendum per la nuova Costituzione

Pubblicato il 27 dicembre 2017 alle 10:43 in Africa Libia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’Alto Consiglio di Stato libico ha approvato un progetto di legge che prevede l’organizzazione di un referendum per l’adozione di una nuova  Costituzione. Tale mossa è stata attuata al fine di fare pressione sulla Camera dei Rappresentanti di Tobruk affinché completi le misure necessarie per votare in merito alla questione.

Il progetto di legge è stato approvato dall’Alto Consiglio martedì 26 dicembre con una maggioranza di 54 voti, secondo quanto stabilito dall’articolo 23 dell’accordo di Skhirat. Tale patto era stato siglato il 17 dicembre 2015 nella città marocchina di Skhirat dai delegati del Congresso di Tripoli e della Camera di Tobruk per la creazione di un governo di accordo nazionale, al fine di trovare una soluzione politica alla crisi in Libia. L’8 settembre 2017, in occasione della quarta riunione del Comitato di alto livello dell’Unione africana sulla Libia a Brazzaville, le parti libiche avevano deciso di modificare l’accordo,  introducendo cambiamenti istituzionali mirati a creare le condizioni per l’organizzazione di elezioni nazionali. Tra questi vi erano la riduzione del numero dei membri del Consiglio presidenziale del Governo di accordo nazionale (GNA), che da nove dovrebbero diventare tre, e la nomina di un nuovo governo di transizione. 

Martedì 26 dicembre, a Tripoli, si è riunita la ventiquattresima sessione dell’Alto Consiglio di Stato libico, l’organo legislativo del governo di Tripoli, sotto la presidenza del presidente, Abdul Rahman Al-Suhaili, e alla presenza di 94 membri. Durante la sessione, oltre ad aver approvato il progetto di legge che prevede l’organizzazione di un referendum per l’adozione di una nuova  Costituzione, l’Alto Consiglio ha altresì stabilito che in Libia si terranno elezioni uniche. In merito alla questione, l’organo legislativo di Tripoli ha riferito che vi è il timore che il progetto di legge speciale della Camera dei Rappresentanti di Tobruk divida la Libia in 3 sessioni di votazione, dal momento che al suo interno sono presenti membri che sostengono l’idea del federalismo.

Da parte sua, anche il Parlamento di Tobruk dovrà elaborare una progetto speciale in merito al referendum prima che il Paese possa procedere con la stesura di una Costituzione unica che metta d’accordo le due istituzioni. In Libia esistono due organi legislativi, l’Alto Consiglio di Stato per il governo di Tripoli e la Camera dei Rappresentanti per il governo di Tobruk, dopo che, il 22 settembre 2016, attraverso un comunicato ufficiale, l’Alto Consiglio aveva esautorato la Camera dei Rappresentanti di Tobruk dall’attività legislativa, assumendo da solo tale potere.

Secondo quanto riferito da Al-Jazeera in lingua araba, la Camera dei Rappresentanti di Tobruk, dopo aver stabilito il progetto di legge speciale per il referendum, formerà due commissioni degli organi legislativi, che avranno il compito di votare i due progetti di legge e scegliere la legge più appropriata per il referendum. Nel caso in cui venisse scelta la legge che prevede una sessione unica, la bozza della Costituzione dovrebbe ottenere la maggioranza di due terzi dei membri per essere approvata.

Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.