Cuba: Raul Castro non sarà rieletto per nuovo mandato

Pubblicato il 22 dicembre 2017 alle 15:00 in America Latina Cuba

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Dirigendosi all’Assemblea Nazionale del Potere popolare, unico Parlamento del paese, il presidente del Consiglio di Stato e del Consiglio dei Ministri di Cuba, Raul Castro, ha confermato che lascerà il suo incarico nel mese di aprile 2018.

Secondo quanto dichiarato dal presidente cubano, il 19 aprile sarà formata la nuova Assemblea Nazionale del Potere Popolare, poi si concluderà il suo secondo e ultimo mandato come Capo di Stato e di governo.

“La Repubblica di Cuba avrà un nuovo presidente”, ha dichiarato il Comandante en Jefe.

Raul Castro è salito al potere come Capo di Stato della Repubblica di Cuba nel febbraio del 2008, dopo le dimissioni di suo fratello Fidel, avendo ricoperto dal 1976 la carica di Primo Vicepresidente del Consiglio di Stato e del Consiglio dei ministri di Cuba, insieme ad Juan Almeida Bosque. Nel 2013, dopo la rielezione alla presidenza, Raul Castro ha dichiarato che non si sarebbe candidato alle elezioni nel 2018.

L’anziano leader avrebbe dovuto lasciare la guida del paese a febbraio prossimo, in concomitanza con l’insediamento della nuova Assemblea Nazionale. I danni causati dagli uragani dello scorso settembre, tuttavia, hanno costretto le autorità cubane a rinviare il voto e di conseguenza l’insediamento del nuovo Parlamento e l’elezione del successore di Castro.

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.