Kenya: raid antiterrorismo in una scuola islamica, trattenuti 100 bambini

Pubblicato il 21 dicembre 2017 alle 6:01 in Africa Kenya

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La polizia del Kenya ha arrestato 2 insegnanti e ha preso in custodia circa 100 bambini di una scuola islamica a Likoni, a sud della città portuale di Mombasa, sospettata essere un centro di indottrinamento. Le autorità hanno descritto l’operazione come “un raid antiterrorismo”, che è stato effettuato con l’appoggio di agenzie straniere. Il principale timore del governo di Nairobi è che i bambini presi in custodia abbiano iniziato un processo di radicalizzazione.

Sheikh Hassan Omar, ufficiale del Council of Imams and Preachers of Kenya (CIPK), un organo che riunisce i predicatori musulmani locali, ha confermato le operazioni, anche se ha riferito di non aver mai riscontrato attività illegali all’interno della scuola. Un agente della polizia keniota ha riferito a Reuters che, dopo le verifiche necessarie, i bambini verranno gradualmente rilasciati alle famiglie. L’agente ha altresì spiegato che le operazioni sono state assistite da partner stranieri, che hanno fornito informazioni di intelligence sulla scuola di Likoni.

Il Kenya è un Paese a maggioranza cristiana, il cui 11,1%, tuttavia, professa la fede musulmana. Nonostante non sia mai stato teatro di conflitti religiosi interni, lo Stato africano è colpito dalla violenza dell’organizzazione terroristica somala al-Shabaab, contro cui combatte dal 2011, nell’ambito della missione in Somalia dell’Unione Africana, AMISOM. La maggior parte degli attacchi dei jihadisti somali in Kenya avviene al confine con la Somalia, a nord del Paese. Gli attentati più mortali compiuti da al-Shabaab sono avvenuti il 21 settembre 2013, al Westgate shopping mall di Nairobi, in cui morirono almeno 67 persone, e il 2 aprile 2015 nel nord-est del Paese, dove militanti armati fecero irruzione nel Garissa University College , uccidendo 147 individui. L’ISIS, fino ad oggi, ha rivendicato un solo attacco in Kenya, avvenuto nell’ottobre 2016 a Nairobi, dove un militante armato di coltello ha aggredito un poliziotto all’entrata dell’ambasciata americana.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.