Mosca agirà contro tutte le sanzioni USA

Pubblicato il 15 dicembre 2017 alle 6:00 in Cuba Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La politica delle sanzioni è completamente sterile e la Russia resisterà perché tocca gli interessi di molti membri della comunità internazionale” – ha dichiarato il vice ministro degli Esteri Sergej Rjabkov.

“Le sanzioni sono un abuso, un grave abuso della posizione dominante degli USA nel sistema monetario e finanziario internazionale. Per questo c’è bisogno di combattere, di lottare collettivamente. Continueremo a resistere a questo fenomeno, perché colpisce non solo i nostri interessi, ma gli interessi della grande maggioranza dei membri della comunità internazionale” – ha dichiarato Rjabkov in occasione di un breafing con la stampa, commentando la notizia che Washington starebbe progettando altre misure anti-russe. 

“Ricordiamo agli americani amanti delle sanzioni, che queste misure non raggiungono mai il risultato desiderato, ma rafforzano la determinazione di chi è soggetto alle sanzioni, lo incitano ad andare per la sua strada per raggiungere gli obiettivi che si è posto” – ha sottolineato il vice di Lavrov.

Rjabkov ha aggiunto che la Russia continuerà a comportarsi in questo modo e che sosterrà tutti i paesi oggetto di misure economiche da parte degli USA: “gli americani sono convinti di questa politica completamente sterile delle sanzioni, noi continueremo a sostenere i paesi che sopportano la pressione delle sanzioni americane”.

“Voglio ricordare in questa occasione – ha continuato Rjabkov – l’embargo ai danni di Cuba, contro cui la Russia si è espressa in passato, si esprime oggi e si esprimerà in futuro”. La decisione di Trump di indurire le misure economiche e commerciali contro l’isola nello stesso momento in cui le Nazioni Unite, con gli unici voti contrari di Stati Uniti e Israele, si esprimevano per l’abrogazione dell’embargo, dimostra secondo Mosca la vera natura della politica delle sanzioni: arbitraria e dannosa per la comunità internazionale.

“Non accetteremo nessun negoziato su possibili criteri di abolizione delle sanzioni statunitensi contro il nostro paese” – ha concluso il viceministro.

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dallo spagnolo e dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.