Pakistan: uccisi due soldati dell’esercito in un attacco

Pubblicato il 12 dicembre 2017 alle 19:13 in Asia Pakistan

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Due soldati pakistani sono morti in un attacco dei talebani nel nord del Waziristan, martedì 12 dicembre 2017.

Secondo quanto riferito dal quotidiano pakistano in lingua inglese, The Dawn, le due vittime sarebbero Abdul Moeed e Sepoy Basharat, entrambi 21enni. Il primo, residente a Burewala, aveva appena terminato l’accademia militare, mentre il secondo, residente nel villaggio di Danyor, serviva l’esercito già da tre anni. Si è trattato dell’ennesimo attacco contro le forze di sicurezza locali effettuato dai militanti. Il 5 dicembre scorso, 3 ufficiali dell’esercito di Islamabad e 3 civili erano morti in un’esplosione che aveva colpito il veicolo militare sul quale viaggiavano, sempre nel nord del Waziristan. Le forze di sicurezza pakistane portavo avanti le operazioni per eliminare i talebani dalla regione dal giugno 2014.

Tuttavia, anche le altre provincie del Pakistan sono colpite da continui attacchi contro l’esercito. Il 25 novembre 2017, un kamikaze si è fatto saltare in aria a Quetta, nella provincia del Balochistan, nel sud del Paese, causando la morte di 4 soldati e il ferimento di altre 15 a bordo di veicoli militari.

I talebani pakistani, conosciuti con il nome Tehrik-e-Taliban (TTP) spargono violenza nel Paese dal 2007. Il movimento ha rivendicato la maggior parte degli attentati che hanno colpito il Pakistan negli ultimi dieci anni, causando la morte di oltre 4,000 persone. Il 22 febbraio 2017, le autorità pakistane hanno lanciato una nuova missione, chiamata Raad-al-Fasad (eliminazione del caos), per aumentare la lotta contro i terroristi locali.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.