Venezuela: Maduro crea una moneta virutale

Pubblicato il 5 dicembre 2017 alle 6:07 in America Latina Venezuela

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente del Venezuela Nicolás Maduro ha annunciato la creazione di una moneta virtuale: il petro. Servirà, secondo il leader chavista, a concludere transazioni internazionali e a spezzare l’embargo economico di cui è vittima il paese sudamericano.

La nuova valuta digitale sarà sostenuta dalle riserve di oro, petrolio, gas e diamanti del Venezuela. “Ci permetterà di finanziarci sui mercati internazionali e ci consentirà di mettere in atto programmi di sviluppo economico e sociale” – ha affermato il presidente venezuelano nel consueto programma domenicale in cui si rivolge al paese attraverso la radio e la televisione pubblica. 

A dirigere la commissione che dirigerà la creazione della nuova moneta è stato chiamato Manuel Quevedo, da poche settimane presidente della PDVSA, l’azienda petrolifera di stato, e ministro del petrolio. Alto ufficiale dell’esercito, Quevedo si prospetta così come vero uomo forte del paese, in una fase in cui l’esercito e le forze di sicurezza assumono sempre maggior potere e si convertono in asse portante del chavismo al potere.

La dirigenza della PDVSA è stata deposta nelle scorse settimana, e due ex presidenti dell’azienda, Eulogio Pino e Nelson Martínez, sono stati arrestati. Maduro li ha accusati di essere banditi al soldo degli Stati Uniti “che hanno la faccia tosta di dirsi chavisti”. Gli arresti riguardano numerosi personaggi vicini all’attuale ambasciatore del Venezuela all’ONU, Rafael Ramírez, presidente dalla PDVSA ai tempi di Hugo Chávez, coinvolto negli scandali dei Paradise Papers e della Banca Privata di Andorra, nonché avversario politico del vicepresidente Tareck El Aissami. L’opposizione parla di vera e propria resa dei conti all’interno del movimento chavista.

Maduro sostiene che la crisi economica in cui è sprofondato il paese sia risultato delle sanzioni economiche varate da Stati Uniti e Unione Europea, nonostante il paese attraversi una cronica mancanza di beni di consumo e l’inflazione abbia raggiunto valori a tre cifre già dal 2016.

Gli avversari del Presidente parlano di “criptomoneta” e accusano Maduro di tentare con “sotterfugi e giochi di prestigio” di distogliere l’attenzione dalla crisi economica, politica e istituzionale che attraversa il Venezuela ormai da anni.

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.