Siria: l’ONU intima l’allontanamento dei foreign fighters

Pubblicato il 17 novembre 2017 alle 20:27 in Medio Oriente Siria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha approvato una risoluzione contro la violazione dei diritti umani in Siria e ha chiesto alle milizie iraniane di abbandonare il Paese, secondo quanto riferito da Al-Arabiya in lingua araba.

La risoluzione dell’ONU condannerebbe le violazioni sistematiche e gli abusi contro i civili commessi in Siria a partire dall’inizio della guerra civile, iniziata il 15 marzo 2011. Le Nazioni Unite riterrebbero il regime responsabile delle violazioni.

In tale occasione, le Nazioni Unite avrebbero altresì chiesto ai foreign fighters di lasciare la Siria, riferendosi, in particolare, alle milizie di Hezbollah, sostenute dall’Iran, e alla Forza Quds, un’unità di forza speciale del Corpo delle Guardie della rivoluzione islamica iraniana.

Nel frattempo, il Terzo Comitato dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite avrebbe approvato una risoluzione che condanna l’Iran per le violazioni diffuse, l’aumento delle condanne a morte e la repressione delle minoranze religiose.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.