Attentato suicida a Maiduguri: 10 morti e 30 feriti

Pubblicato il 16 novembre 2017 alle 17:11 in Africa Nigeria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Un attentato ha colpito la città di Maiduguri, posizionata nel nord-est della Nigeria, in cui sono morte 10 persone, mentre almeno altre 30 sono rimaste ferite, mercoledì 13 novembre 2017.

Secondo quanto riportato da Reuters, quattro donne kamikaze si sono fatte esplodere nel distretto di Muna Garage, intorno alle 6 del pomeriggio locali. Il portavoce della State Emergency Agency (SEMA), Bello Dambatta, ha riferito che le vittime potrebbero aumentare, dal momento che alcuni feriti si trovano in gravi condizioni.

Al momento, nessun gruppo terroristico ha rivendicato l’attacco, tuttavia, è possibile che sia opera di Boko Haram, dal momento l’utilizzo di donne o bambine kamikaze viene considerato uno dei segni di riconoscimento dei jihadisti nigeriani. L’ultimo attacco compiuto da attentatrici si era verificato il 19 settembre 2017, quando 2 donne si sono fatte esplodere nel villaggio di Mashalari, nell’area di Kodunga, a circa 40 chilometri da Maiduguri, uccidendo almeno 15 persone e ferendone altre 43. Generalmente, i militanti rapiscono giovani donne e bambine in diverse zone della Nigeria, soprattutto a nord-est, che successivamente vengono obbligate a farsi esplodere in luoghi affollati. Secondo quanto riportato da un documento del Combating Terrorism Center, dall’aprile 2011 al giugno 2017, Boko Haram ha utilizzato 434 kamikaze in 238 attentati contro 247 obiettivi diversi. Del totale degli attentatori, il 56% erano donne, e almeno 81 erano bambine. Il report spiega altresì che le donne vengono utilizzate soprattutto per colpire i civili in luoghi affollati come i mercati o le stazioni degli autobus, poiché sono meno soggette degli uomini ai controlli delle forze di sicurezza.

Boko Haram, fondata in Nigeria nel 2009, è guidata dal leader Abubakar Shekau e, dal marzo 2015, è ufficialmente affiliata all’ISIS. Nonostante la Nigeria sia la base principale, i jihadisti hanno branche anche nella regione del Lago Ciad Basin, in Niger, in Ciad e in Camerun. Secondo le stime del governo americano, nel 2015, Boko Haram è stato il terzo gruppo terroristico del mondo per numero di attentati, pari a 491, con un totale di 5450 vittime, secondo soltanto ai talebani e all’ISIS.

Maiduguri è la capitale dello Stato del Borno, l’area più interessata dalla violenza dei jihadisti nigeriani. Secondo quanto riferito da Reuters, dallo scorso giugno a oggi, Boko Haram ha ucciso almeno 21 persone.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.