USA e Corea del Sud: al via le esercitazioni militari

Pubblicato il 11 novembre 2017 alle 12:00 in Corea del Sud USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Gli Stati Uniti e la Corea del Sud avviano massicce manovre militari in una dimostrazione di forza contro la Corea del Nord.

Le esercitazioni di guerra che si sono svolte sabato 11 novembre a largo della penisola coreana sono volte a rafforzare la strategia di “deterrenza prolungata” dei due alleati, USA e Corea del Sud, a fronte delle minacce nucleari e missilistiche portate avanti dalla Corea del Nord; è quanto hanno affermato i capi di stato maggiore delle forze armate della Corea del Sud.

Le tre portaerei della marina americana U.S.S. Ronald Reagan, U.S.S. Nimitz e U.S.S. Theodore Roosevelt si sono congiunte nella regione per portare avanti tali manovre militari, che sono durate quattro giorni e hanno coinvolto anche 11 imbarcazioni americane dotate di sistema Aegis e sette navi da guerra della Corea del Sud, tra cui tre cacciatorpedinieri.

L’agenzia di stampa sudcoreana Yonhap ha descritto tali esercitazioni come una “dimostrazione di forza senza precedenti” a largo della penisola. L’ultima volta che un simile dispiegamento di forze navali congiunte si era verificato risale al 2007, a largo del Territorio di Guam, isola dell’oceano Pacifico con statuto di territorio non incorporato degli Stati Uniti.

Le esercitazioni militari avvengono nel clima di tensioni che perdura tuttora, nel pieno svolgimento della visita presidenziale di Donald Trump; lo scopo primario di tale viaggio nella regione asiatica è quello di dirimere la questione e trovare possibili soluzioni per arginare la minaccia nucleare di Pyongyang.

Venerdì 10 novembre il presidente Trump, in occasione del vertice APEC in Da Nang, Vietnam, ha nuovamente condannato la condotta del leader nordcoreano Kim Jong-un e ha esortato i Paesi a “restare uniti” contro “il sempre più grande pericolo” posto da Pyongyang. 

“Il futuro di questa regione e del suo bel popolo non deve essere ostaggio delle distorte fantasie di conquista violenta e ricatto nucleare di un dittatore”, ha affermato Trump riferendosi a Kim.

La Corea del Nord ha condotto il suo sesto e più potente esperimento nucleare a settembre, dopo mesi di test missilistici che hanno turbato Washington e i suoi alleati asiatici: il Giappone e la Corea del Sud. Il leader nordcoreano si è difeso spiegando che le armi nucleari servono al suo Paese come deterrente per prevenire una presunta “invasione e distruzione” della nazione per opera degli Stati Uniti.

Secondo le stime degli esperti, presto la Corea del Nord sarà pronta a collaudare missili a testata nucleare capaci di raggiungere gli Stati Uniti.

Dal canto loro, gli USA hanno categoricamente rifiutato di accettare una Corea del Nord nuclearizzata.

Il sistema Aegis è un sistema americano di combattimento integrato per unità navali.

 

Sicurezza internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Traduzione dall’inglese e redazione a cura di Claudia Castellani

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.