Qatar, Stati Uniti e la lotta al terrorismo

Pubblicato il 10 novembre 2017 alle 6:06 in Medio Oriente Qatar

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Si è svolta la prima sessione di dialogo tra Qatar e Stati Uniti in merito alla lotta al terrorismo e ai progressi compiuti da Doha nell’implementare il Memorandum d’intesa firmato con Washington.

L’11 luglio 2017 Stati Uniti e Qatar avevano firmato un Memorandum d’intesa che poneva le basi per la cooperazione tra i due Paesi nella lotta contro il finanziamento delle organizzazioni terroristiche. La firma del memorandum era avvenuta nel contesto di una continua cooperazione bilaterale tra le due Parti e come risultato del lavoro congiunto di Stati Uniti e Qatar nella lotta al finanziamento del terrorismo.

Mercoledì 8 novembre 2017, a Washington, si è tenuta la prima sessione di dialogo tra Qatar e Stati Uniti. All’ordine del giorno vi erano le minacce terroristiche regionali, la lotta al finanziamento del terrorismo, l’organizzazione del settore degli istituti benefici, lo scambio di informazioni e la sicurezza dell’aviazione.

Nel comunicato emesso dal Dipartimento di Stato americano vengono sottolineati altresì i progressi compiuti dal Qatar nell’implementazione del Memorandum d’intesa firmato da Doha e Washington l’11 luglio 2017 e l’impegno profuso nella collaborazione con gli Stati Uniti nel settore della lotta al finanziamento delle organizzazioni terroristiche.

Il sottosegretario per il terrorismo e l’intelligence finanziaria, Sigal Mandelker, ha riferito che i rapporti con il Qatar sono proficui, in particolare nei settori dello sviluppo delle capacità e dello scambio di informazioni, e ha dichiarato: “Abbiamo compiuti progressi con il Qatar, come ha sottolineato il Segretario al Tesoro, Steven Mnuchin. Lavoriamo a vari livelli con loro”.

Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.