CIA: pubblicati nuovi documenti relativi ad al-Qaeda e Bin Laden

Pubblicato il 2 novembre 2017 alle 20:12 in USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La CIA ha rilasciato un vasto archivio di documenti e video recuperati nel corso del raid che uccise il capo di al-Qaeda, Osama Bin Laden, ad Abbottabad il 2 maggio 2011.

Il direttore dell’agenzia di intelligence, Mike Pompeo, ha autorizzato la pubblicazione di tale materiale in linea con il principio della trasparenza e per permettere al pubblico di meglio comprendere al-Qaeda e il suo ex leader. “Il rilascio di questi documenti fornisce l’opportunità al popolo americano e al mondo di capire più a fondo i piani di questa organizzazione terroristica”, ha spiegato Pompeo, il quale ha aggiunto che la CIA continuerà a condividere informazioni, il linea con il proprio compito di difendere la sicurezza nazionale. L’archivio conta di:

  • Il diario personale di Bin Laden;
  • 79,000 file tra audio e immagini relative a discorsi pubblici;
  • Più di 10,00 video di propaganda, contenenti filmati di quando Bin Laden era un adolescente;
  • Diverse lettere tra Bin Laden e il figlio Hamza, in cui il leader dell’organizzazione lo intima a lasciare l’Afghanistan per andare in Pakistan e procurarsi un documento falso.

In uno dei documenti pubblicati, viene comparata l’ideologia di Abu Musab al-Zarqawi, ex leader di al-Qaeda in Iraq, e il suo mentore Abu Mohamad al-Maqdisi. La lettera descrive Zarqawi come un capo troppo impulsivo che non pensava troppo alle conseguenze delle proprie azioni nel lungo periodo. Dall’altra parte, Maqdisi viene invece descritto come un “pensatore strategico” che non professava l’uso della violenza.

Secondo Thomas Joscelyn e Bill Roggio, della Foundation of Defense of Democracies, i nuovi materiali saranno molto utili ai fini della ricerca e dell’analisi del terrorismo.

Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.