Pakistan sta allentando i legami con i terroristi per compiacere gli USA

Pubblicato il 30 ottobre 2017 alle 6:01 in Asia Pakistan

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’agenzia di stampa afghana, Khaama press, riporta che le relazioni tra il Pakistan e il network terroristico di Haqqani hanno iniziato a deteriorarsi, grazie alla pressione esercitata dagli Stati Uniti.

In occasione dell’annuncio della nuova strategia americana in Afghanistan, lo scorso 21 agosto, il presidente Donald Trump aveva minacciato di tagliare gli aiuti al Pakistan, se le sue autorità non si fossero impegnate di più nella lotta contro il terrorismo. Da allora, le relazioni tra i due Paesi sono state caratterizzate da tensioni, in quanto Washington vorrebbe un maggiore coinvolgimento dell’India, principale rivale regionale del Pakistan, in Afghanistan, ai fini di stabilizzare il Paese asiatico. Dopo quasi due mesi di colloqui sospesi, il 25 ottobre scorso, il segretario di Stato americano, Rex Tillerson, si è recato a Islamabad, dove ha incontrato il primo ministro Shahid Kaqan Abbasi, al fine di chiedere al Pakistan un maggiore impegno nella lotta al terrorismo.

Ad avviso di ufficiali afghani e pakistani, grazie alla pressione americana, le relazioni tra le autorità di Islamabad e i gruppi terroristici si stanno allentando. Un politico pakistano a conoscenza di tali legami, in condizioni di anonimità, ha riferito che dal momento che il Pakistan teme che gli USA interrompano i propri aiuti militari, sta cercando di compiacere Washington. Tuttavia, l’agenzia di stampa afghana fa notare che questa situazione potrebbe portare ad un numero maggiore di attentati da parte dei talebani e degli altri gruppi terroristici presenti nei due Paesi asiatici.

Il Pakistan e l’Afghanistan condividono un confine lungo 2,500 km che, essendo un territorio montuoso e poco controllato costituisce un habitat propizio per le attività dei gruppi di militanti. Il governo americano ha inserito il Pakistan al quarto posto nella lista dei dieci Paesi che hanno subito il maggior numero di attacchi terroristici in tutto il mondo, nel 2016, con un totale di 734 attentati e 1010 vittime, definendolo un “rifugio sicuro” per i terroristi.

La rete Haqqani è un gruppo di guerriglieri insurrezionisti dell’Afghanistan che utilizza strategie di guerriglia asimmetrica per combattere le forze NATO e il governo afghano. Il nome del gruppo proviene da quello del suo leader MaulviJalaluddin Haqqani. La rete Haqqani è ideologicamente allineata con i Talebani. Entrambi i gruppi mirano all’eliminazione dell’influenza straniera dall’Afghanistan e alla costruzione di uno stato strettamente dedito alla Sharia.

Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.