Elezioni Kenya: Kenyatta vince con il 98,2% dei voti

Pubblicato il 30 ottobre 2017 alle 19:14 in Africa Kenya

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Uhuru Kenyatta è stato eletto nuovamente presidente del Kenya con il 98,2% dei voti.

Le elezioni, ripetutesi il 26 ottobre, sono state caratterizzate da scontri e violenze in tutto il Paese e, di conseguenza hanno registrato un’affluenza bassa. Secondo le stime dell’Independent Electoral and Boundaries Commission (IEBC), solo il 38,84% dei 19,6 milioni di cittadini aventi diritto di voto si è recato alle urne.

In seguito alle elezioni dello scorso 8 agosto scorso, che avevano proclamato Kenyatta presidente del Kenya per la seconda volta, il primo settembre, la Corte Suprema del Kenya ha annullato i risultati, chiamando nuovamente i cittadini alle urne il prossimo 26 ottobre. Dall’inizio di settembre, le proteste hanno invaso il Paese. Le tensioni sono aumentate ulteriormente quando, i primi di ottobre, il rivale Raila Odinga ha riturato la propria candidatura, chiedendo una riforma del comitato elettorale. Il 12 ottobre, per cercare di calmare le acque, le autorità kenyote hanno bandito le proteste a Nairobi e a Kisumu e a Mombasa, rendendo noto di perseguire legalmente i manifestanti per qualsiasi danno.

I seguaci di Odinga hanno sabotato i seggi presso le regioni di Kisumum Siaya, Homa Bay e Migori, sostenendo che le nuove elezioni non erano “giuste e libere”.

Secondo quanto riferito dall’analista James Gondi ad al-Jazeera in lingua inglese, “il Kenya è profondamente diviso e gli scontri con l’opposizione hanno determinato una bassa affluenza alle urne”.

Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.